Stefano Pioli (ANSA)
Stefano Pioli (ANSA)

 

Milano, 18 luglio 2020 – Il Milan sfodera un’altra partita perfetta e strapazza il Bologna di Mihajlovic con un 5-1 che ammette ben poche repliche e che arriva al culmine di un match dominato sul piano atletico, tecnico-tattico e mentale dagli uomini di Stefano Pioli che a fine gara ai microfoni giustamente tessuto le lodi dei suoi ragazzi: “La squadra si sta divertendo. Questa è la cosa positiva e che traspare da come i ragazzi vivono le partite, gli allenamenti e i momenti in cui stiamo assieme. Oggi abbiamo giocato una partita di alto livello perché il Bologna era un avversario particolarmente pericoloso e difficile da affrontare. Siamo stati bravi perché stiamo bene e abbiamo consapevolezza. Bisogna essere soddisfatti di ciò che stiamo facendo ma non abbiamo ancora centrato l’obiettivo e dobbiamo e stare sul pezzo”.

L’allenatore rossonero poi non si è detto preoccupato della delusione esternata da Zlatan Ibrahimovic al momento del cambio: “Ha detto qualcosa ma onestamente non ho capito. Mi sembra normale tutto questo. Devo gestirlo perché ha avuto un infortunio. Questa sera e in altre gare è stato un punto di riferimento importante”. Umori opposti sulla panchina del Bologna. Sinisa Mihajlovic, infatti, non ha nascosto la sua delusione per questa scoppola senza appello: “C’è poco da commentare. Quando perdi 5-1 devi stare zitto, subire le critiche dei tifosi, chiedere scusa e vergognarti. Per me è così e spero che anche i miei giocatori facciano lo stesso se hanno un briciolo di dignità. Non sono arrabbiato ma deluso. Quello che dovevo vedere l’ho visto. Dobbiamo fare delle scelte in vista dell’anno prossimo e capire cosa vogliamo fare da grandi: se vogliamo restare a metà classifica e salvarci serenamente o lottare per un posto in Europa. Per puntare a quest’ultima cosa bisogna fare di più. Dopo questa gara è chiaro a tutti. Dovremo avere la forza di tirare fuori qualcosa di positivo anche dalle situazioni negative e anche oggi ho visto qualcosa da salvare”.