Zvonimir Boban
Zvonimir Boban

Milano, 7 marzo 2020 - La notizia era ampiamente nell'aria e adesso è pure ufficiale: Zvonimir Boban e il Milan si dicono addio, a distanza di quasi nove mesi dal ritorno in rossonero del croato. Ad annunciare la separazione è stato il club, che ha diffuso una nota sul proprio sito. "AC Milan conferma di aver comunicato al Signor Zvonimir Boban la risoluzione del contratto con effetto immediato per il ruolo di Chief Football Officer del Club. Il Club ringrazia Zvonimir per il suo operato in questi 9 mesi e gli augura il meglio per il futuro professionale". 

A salutare Boban ci ha pensato pure l'amministratore delegato Ivan Gazidis, nonostante i noti dissapori fra i due. "Ringraziamo Zvone per il suo operato in questi 9 mesi e gli auguriamo il meglio per le sue prossime sfide professionali - le parole dell'ex Arsenal - Ora, dobbiamo concentrarci sulle prossime sfide. Stefano Pioli e il suo staff stanno facendo un ottimo lavoro, migliorando costantemente il rendimento della squadra, e godranno del nostro massimo sostegno, in un contesto così difficile per l'intero paese". 

Nel frattempo, il Milan ha tenuto a sottolineare la piena fiducia nei confronti di Stefano Pioli e del suo staff tecnico, affermando inoltre di "guardare con ottimismo alla seconda parte della stagione, con la determinazione di continuare il percorso di crescita per tornare ai vertici del calcio mondiale con un progetto coerente con i parametri del fair play finanziario". La società meneghina prova insomma a spegnere, almeno momentaneamente, le voci riguardanti un accostamento di Ralf Rangnick, attuale tecnico del Lipsia, alla panchina rossonera.