Bennacer
Bennacer

Milano, 5 febbraio 2021 – Lo spezzone di partita giocato contro il Bologna ha segnato il ritorno in campo dopo quasi due mesi di stop per Ismael Bennacer che oggi ha raccontato ai microfoni di Milan TV questo periodo passato lontano dai campi da gioco: “In questi mesi avrei tanto voluto essere in campo ad aiutare la squadra soprattutto quando la vedevo giocare. Fa però tutto parte di questo sport e del mio lavoro. Questo infortunio andava gestito bene e mia moglie mi ha aiutato molto. Ho lavorato tanto per tornare al massimo e toccare di nuovo il pallone è stata una grande emozione”. Anche senza di lui e nonostante le difficoltà, però, la squadra se l’è cavata bene, mantenendo la vetta della classifica: “Siamo una squadra e quindi che io ci sia o meno è la stessa cosa. Se perde, perdo anche io”.

Il momento rossonero, i nuovi arrivati e la sfida al Crotone

Il momento rossonero è comunque positivo, ma Bennacer punta ad alzare ulteriormente l’asticella: “Dobbiamo cercare di fare le cose ancora meglio e di stare più concentrati. Stiamo già cercando di farlo”. Inevitabile poi un accenno al premio di miglior calciatore nordafricano del 2020, da poco ricevuto: “Appena lo ricevi ne vuoi subito un altro e devo fare di tutto per migliorare ulteriormente”. Il regista algerino è poi rientrato in ambito rossonero accogliendo i nuovi arrivati: “Siamo una famiglia e dobbiamo fare di tutto per farli sentire subito a loro agio”. Parole al miele anche per l’instancabile compagno di reparto Franck Kessié: “Ha un’energia incredibile e non si sente mai stanco. Dobbiamo saperne approfittare”. Accenno finale alla sfida di domenica contro il Crotone: “E’ un campionato molto duro e ogni partita è difficile ma noi siamo il Milan e dobbiamo fare di tutto per vincere”.

Leggi anche - Napoli, Koulibaly e Ghoulam positivi al Covid-19