Ismael Bennacer, regista del Milan (Ansa)
Ismael Bennacer, regista del Milan (Ansa)

Milano, 31 luglio 2020 – La vittoria ottenuta dalla Roma contro il Torino ha definitivamente sbarrato al Milan la strada che porta al quinto posto - ultimo utile per la qualificazione diretta all'Europa League - ma non ha cancellato quanto di buono fatto dai rossoneri in una seconda parte di stagione in cui sono arrivati sino ad ora 38 punti. Una marea rossonera agevolata dall’arrivo di un fuoriclasse come Zlatan Ibrahimovic ma anche figlia della crescita di giocatori come Ismael Bennacer, diventato assieme a Kessie padrone della mediana: “Con Kessie – ha spiegato l’algerino a Milan TV – mi trovo davvero molto bene. Cerchiamo sempre di dare il meglio. Sono contento di poter lavorare al suo fianco e più giocheremo assieme più le cose miglioreranno”. Innegabili anche i suoi straordinari progressi in regia dove sta diventando un perno inamovibile dello scacchiere di Pioli: “Sono cresciuto molto in regia e le cose da imparare in questo ruolo sono ancora tante ma per me va bene anche giocare da mezz’ala”.

Contro il Bologna è arrivato anche il primo gol in rossonero: “E’ stato un vero peccato che non ci fossero i tifosi, Ero felice perché con quel gol ero riuscito ad aiutare la squadra a vincere. Devo lavorare ancora molto su questi aspetti perché voglio aiutare la squadra ma anche essere decisivo con gol e assist. Ribadisco che è stato un peccato segnare a porte chiuse ma voglio fare ancora tanti gol con il Milan. Parole di grande stima anche per capitan Donnarumma: “Gigio è un vero capitano perché parla tanto e aiuta la squadra. Più sono i leader e meglio è per la squadra”. Domenica intanto arriva a San Siro il Cagliari e il desiderio dei rossoneri, pur senza ulteriori velleità di classifica, è quello di chiudere in bellezza: “Vogliamo fare bene per dare una gioia ai tifosi che non saranno con noi ma saranno sempre la nostra forza. Vogliamo finire bene la stagione per loro e per noi”.