Pioli (ANSA)
Pioli (ANSA)

Milano, 27 settembre 2021 – Non conosce soste il cammino del Milan che, dopo aver sbancato La Spezia in campionato, è pronto a rituffarsi nella Champions League per affrontare domani sera alle 20.45 (diretta su Sky Sport Uno) l’Atletico Madrid nel primo impegno casalingo della manifestazione. I "colchoneros" sono reduci dal ko in campionato contro l’Alaves ma nonostante questo passo falso, mister Stefano Pioli tiene altissima la guardia: “Non è vero che stanno attraversando un momento negativo – spiega il tecnico rossonero in conferenza stampa – perché sono una squadra ben allenata, preparata e pronta a colpire ad ogni minimo errore. Dovremo restare concentrati per tutto l’arco del match e giocare una grande partita”. Dall’altra parte ci sarà un Milan giovane ma voglioso di stupire ancora: “Stiamo maturando le nostre esperienze e siamo stati bravi a sfruttare le nostre occasioni. Ciò che non riusciremo a fare con l’esperienza dovremo provare a farlo con l’entusiasmo, anche quello che ci daranno i nostri tifosi”. La gara di domani in ottica passaggio del turno sarà importante ma non fondamentale secondo Pioli: “Sarà una gara importante ma non ancora decisiva. Torneremo davanti al pubblico di San Siro e vogliamo cancellare lo zero dalla classifica”.

Gli infortunati e il futuro

Anche domani, però, l’allenatore rossonero dovrà fare i conti con diverse assenze. Probabile, però, il ritorno tra gli arruolati di Kjaer e Florenzi, anche se Pioli preferisce non sbilanciarsi: “Per capire se saranno recuperati, saranno fondamentali gli ultimi due allenamenti”. Sicuramente assenti, invece, Zlatan Ibrahimovic e gli altri rossoneri ancora ai box: “Credo che nel loro caso sia più probabile un rientro dopo la prossima sosta di campionato”. Infine, Pioli ha parlato anche di futuro che lui vede ancora a tinte rossonere: “Credo di aver creato con il club, i giocatori e l’ambiente un rapporto che va ben oltre le scadenze. Tra di noi c’è identità di ambizione e la stessa voglia di ottenere il massimo da ogni gara. Adesso però dobbiamo pensare alla gara contro l’Atletico, da affrontare con energia, entusiasmo e sapendo che servirà una prestazione di grandissimo livello”.

Leggi anche - Champions League, il calendario del 28 settembre. Dove vedere le partite in tv

MATTEO AIROLDI