André Silva (La Presse)
André Silva (La Presse)

Boston (Stati Uniti), 21 luglio 2019 – E’ durato soltanto poche ore il soggiorno di André Silva a Boston, dove il Milan resterà in questi giorni in vista degli impegni dell'International Champions Cup contro Bayern Monaco e Benfica. L’attaccante portoghese classe 1995 – che in rossonero ha siglato 10 reti in 40 partite prima di essere ceduto in prestito, lo scorso anno, al Siviglia – è stato infatti autorizzato a lasciare il quartiere generale rossonero dal momento che il Milan è ad un passo dalla chiusura di una trattativa con il Monaco che porterà lo stesso Andre Silva a giocare nel Principato a partire dalla prossima stagione. Nelle casse del club di via Aldo Rossi – che pagò il portoghese 38 milioni due anni or sono – finiranno invece 30 milioni.

Denari sonanti permetteranno ai rossoneri di realizzare un’importante plusvalenza – si parla di circa 10 milioni – e di far cassa per acquistare chi prenderà il posto di Silva. Un sostituto che potrebbe rispondere al nome di Angel Correa: da tempo i rossoneri sono infatti sulle tracce dell'attaccante argentino in forza All’Atletico Madrid che valuta il giocatore circa 50 milioni. Una richiesta ritenuta un po' eccessiva dal Milan cercherà di smussare magari già in settimana le distanze per portare al più presto a Milanello un giocatore molto apprezzato da mister Giampaolo. La squadra intanto si è già messa al lavoro in quel di Boston svolgendo esercizi muscolari in palestra. Domani invece, all'Harvard Ohiri Training Center, inizierà il vero e proprio lavoro sul campo del gruppo.