Stefano Pioli (ANSA)
Stefano Pioli (ANSA)
Milano 16 maggio 2020 – In casa Milan continuano gli allenamenti a piccoli gruppi in attesa di poter ripartire come stabilito dalle autorità sanitarie con quelli di gruppo presumibilmente già da lunedì 18 maggio. Ieri si è unito ad alcuni compagni anche Zlatan Ibrahimovic dopo essersi sottoposto ad alcuni esami di controllo il giorno prima che gli hanno permesso di poter interrompere la quarantena imposta dalle regole sanitarie dopo il suo rientro in Italia.

I temi degli allenamenti e della gestione del gruppo durante questo periodo per così dire particolare sono stati anche il piatto forte di una videoconferenza che ha visto protagonisti l’allenatore rossonero Stefano Pioli ed Ettore Messina, coach dell’Olimpia Milano: “Il Milan ha scelto di far decidere ai giocatori dove trascorrere questi mesi un po’ delicati e alcuni di loro sono tornati nei loro paesi dove hanno avuto la fortuna di potersi allenare con maggiore libertà rispetto all’Italia. Assieme al mio staff ho preparato un programma di lavoro ma senza sapere quando si sarebbe potuto ripartire. Abbiamo scoperto alcune piattaforme web che ci sono state utili per lavorare sei giorni a settimana. Abbiamo anche mischiato i gruppi di lavoro così da permettere ai ragazzi e abbiamo dialogato molto durante le video riunioni per tenere vivo il rapporto tra di noi. Non era mai successo che un giocatore rimanesse in casa per due mesi.”