Parigi, 11 agosto 2021 - È il giorno di Lionel Messi al Paris Saint-Germain. Dopo che ieri era sbarcato nella capitale francese, con centinaia di tifosi ad accoglierlo, oggi si è presentato ufficialmente alla città. Dopo il difficile divorzio con il Barcellona la Pulce è pronta per la nuova avventura nella forte squadra parigina. "Vincere la Champions", è l'obiettivo che ha posto lui stesso durante la prima conferenza stampa a cui si presentato sorridente assieme alla moglie, ai tre figli, al presidente Al-Khelaifi e al ds Leonardo, oltre che naturalmente ai numerosi tifosi appostati fuori dall'auditorium del Parco dei Principi. "Ho la stessa voglia di quando ero bambino, mi piace vincere e proverò a farlo. Non vedo l'ora di iniziare gli allenamenti, incontrare i compagni e lo staff e iniziare così una nuova tappa della mia vita - ha dichiarato sorridente Messi che ha poi ringraziato tutti i tifosi per "l'incredibile accoglienza". 

Messi: "Pronto a vincere tutto al Psg con Neymar e Mbappé"

Messi al Psg, tifosi in delirio (Ansa)

La Pulce: "Tantissima voglia di iniziare"

Il primo pensiero è andato alla sua ex squadra, che lo ha cresciuto e reso, assieme al suo rivale di sempre Cristiano Ronaldo, il giocatore più forte del mondo. "Lasciare il Barcellona è stato difficile" -ha spiegato- "perchè dopo tantissimi anni ho dovuto cambiare tutto. E alla domanda su come sarebbe ritrovarsi in campo a giocare contro i suoi vecchi compagni di squadra, ha risposto: "Sicuramente potrebbe essere bello tornare al Camp Nou, speriamo anche con lo stadio pieno, ma sarebbe anche strano giocare lì, con un'altra maglia addosso (non più la numero 10, già occupata da Neymar, ma la numero 30), in quella che è la mia casa, però questo è il calcio e può succedere". Ma la testa è ormai orientata su Parigi: "Arrivare qui mi ha dato tantissima felicità e voglia di iniziare una nuova avventura, sono davvero felice di essere qui, mi sto godendo tutto sin dal primo momento". Un percorso che condividerà con alcuni amici, su tutti l'ex compagno, proprio in Spagna, Neymar e gli argentini Paredes e Di Maria con cui è stato fotografato quest'estate durante le vacanze a Ibiza e con nuove conoscenze come il fortissimo Kylian Mbappe che, dopo le sirene madrilene, sembra destinato a rimanere a Parigi. 

E c'è anche un po' di Italia in questa giornata: Lionel ha infatti speso parole dolcissime per Marco Verratti, fresco vincitore dell'Europeo con gli azzurri e da anni perno del centrocampo parigino: "Verratti da tante stagioni dimostra di essere un grandissimo giocatore, il migliore al mondo nel suo ruolo". Un giocatore che avrebbe voluto già al Barcellona. "È vero, il Barça da anni voleva portarlo in azulgrana, invece adesso le cose sono cambiate, si sono capovolte, sono io che sono venuto a giocare qui con lui, Marco è davvero un fenomeno, lo conosco anche come persona ed è un ragazzo spettacolare". E Verratti non è l'unico azzurro ad avere la fortuna di giocare con la Pulce: c'è anche Gigio Donnarumma già pronto a difendere la porta della squadra parigina. 

Il presidente del Psg

"Noi rispettiamo i regolamenti". Lo ha detto il presidente del Psg Nasser al-Khelaifi, durante la conferenza stampa di presentazione di Leo Messi, rispondendo alle accuse di doping finanziario. Il presidente del club parigino ha spiegato: "A proposito dell'aspetto finanziario, dico chiaramente le cose come stanno: conosciamo le regole del fair-play finanziario, noi le rispettiamo sempre. Abbiamo incontrato i nostri team legali e finanziari. Se abbiamo fatto firmare Messi, è perché possiamo, altrimenti non l'avremmo fatto". Per finire una battuta: "Spero che Leo non mi chiederà un aumento...".