Roma, 12 gennaio 2018. Nei momenti di particolare difficoltà la soluzione migliore è quella di sedersi a discutere attorno al tavolo. Questo è quello che ha fatto la dirigenza giallorossa nella due giorni londinese conclusasi questo pomeriggio con il rientro dei dirigenti capitolini a Fiumicino. Intercettati dai giornalisti i manager della Roma non hanno voluto rilasciare alcuna dichiarazione ma qualcosa è trapelato ugualmente. Le indiscrezioni non riguardano il futuro imminente ma guardano alla prossima finestra di mercato estiva. La criticità alla quale il DS Monchi vuole porre rimedio è la possibile partenza del centrocampista Kevin Strootman. Il sostituto ideale sarebbe Lucas Torreira, ad oggi in forza alla Sampdoria. "Ora il mio obiettivo è entrare in Europa League" - ha detto il giovane centrocampista interpellato sul suo futuro - "Siamo in corsa e la verità è che la squadra ha disputato una buona stagione. Il mio futuro è sicuro fino alla fine della stagione, resterò alla Sampdoria poi si vedrà". Un altro calciatore molto interessante agli occhi di Monchi è il trequartista dell'Ajax tutto qualità e fantasia Hakim Ziyech. Il Direttore Sportivo giallorosso ha inviato due emissari a osservare da vicino il giovane classe 1993 nel corso del match Ajax vs Psv dello scorso 10 dicembre. L'interesse giallorosso ha portato fortuna alla squadra di Amsterdam, la gara si è conclusa per 3 reti a 0 per i padroni di casa e Ziyech ha disputato un ottimo match.

CASTAN: "DIFFICILE RIMETTERSI IN GIOCO A ROMA". L'unica operazione del mercato giallorosso è stata la cessione di Leandro Castan al Cagliari. Il brasiliano è passato alla squadra sarda con la formula del prestito secco per i prossimi sei mesi, al termine dei quali dovrebbe fare ritorno a Roma. "Sono molto contento di essere qui" - ha detto oggi il difensore nel corso della conferenza stampa di presentazione - "Ho parlato con Nainggolan che mi ha detto belle cose sulla società e sulla sua voglia di crescere. Le sensazioni di questo primo giorno sono molto positive". Il calciatore era ormai da mesi ai margini della squadra e fuori dal progetto tecnico di Di Francesco. "Mi manca tantissimo il campo" - ha concluso Castan - "Sapevo che era difficile rimettersi in gioco a Roma, ma questi mesi mi hanno dato fiducia. Non so cosa succederà fra sei mesi. Adesso sono molto felice di essere qui e darò il massimo ogni giorno, poi ci troveremo tutti assieme e vedremo cosa sarà meglio per Castan, per la Roma e per il Cagliari".