Josip Ilicic, 31 anni
Josip Ilicic, 31 anni

Napoli, 21 maggio 2019 - Alla fine della stagione manca ancora una partita da onorare, ma in casa Napoli fervono già i lavori per rinforzare la squadra: il primo obiettivo di mercato è stato individuato, un po' a sorpresa, in Josip Ilicic, per acquistare il quale la strada è però più in salita del previsto.

INGLESE COME CONTROPARTITA - Più che la volontà del giocatore, con cui esisterebbe una bozza di accordo sulla base di un triennale con opzione per il quarto anno, c'è da trovare l'intesa con l'Atalanta, poco incline a privarsi dei propri gioielli soprattutto qualora nell'ultimo turno di campionato arrivasse la qualificazione alla prossima Champions League. Per aggirare l'ostacolo, Aurelio De Laurentiis sta pensando di arricchire l'offerta al club orobico con una contropartita tecnica a scelta tra Adam Ounas, Simone Verdi e Roberto Inglese. E' l'attaccante ora in prestito al Parma a stuzzicare maggiormente gli appetiti del patron Antonio Percassi, chiamato anche a valutare un piano B qualora l'altro gioiello Duvan Zapata dovesse salutare Bergamo, magari per andare proprio a Napoli. Insomma, un doppio intrigo di cui si saprà l'esito nel corso dell'estate. Quel che è sicuro è che le idee di De Laurentiis sul mercato stanno cambiando: per evitare di incappare in troppe scommesse e poche certezze, via l'ossessione per i giovani, come testimonia l'interesse per Ilicic (31 anni) e Fabio Quagliarella (36 primavere).

L'USATO SICURO - L'attuale capocannoniere del campionato stuzzica la fantasia del numero uno del Napoli, mai come ora così propenso ad accogliere in rosa giocatori non più di primissimo pelo. Trattasi di voglia di affidarsi al cosiddetto usato sicuro per consegnare a Carlo Ancelotti una macchina affidabile soprattutto nelle seconde linee. E che seconde linee: Ilicic sbarcherebbe in Campania con la miglior stagione della sua carriera come biglietto da visita grazie alla bellezza di 9 assist e 13 gol realizzati, che diventano addirittura 26 nel caso di Quagliarella, uno che con Napoli ha un conto in sospeso da chiudere. Bugie, stalking e poi quell'addio frettoloso per accasarsi con l'acerrima rivale Juventus: un epilogo forzato che non è piaciuto a nessuno. Né all'attuale bomber della Sampdoria, né a De Laurentiis, pronto adesso a chiudere il cerchio e a cambiare i propri piani anche per compiacere Ancelotti: meno scommesse e più giocatori già fatti e maturi, specialmente se portano in dote una caterva di gol come nei casi di Ilicic e Quagliarella.