Theo Hernandez (LaPresse)
Theo Hernandez (LaPresse)

Milano, 23 giugno 2019 – Il Milan, in attesa di capire se dalla UEFA arriverà una squalifica che comprometterà la partecipazione alla prossima Europa League, comincia a programmare l’estate. Dopo aver fatto sapere che la squadra si ritroverà a Milanello il 9 luglio per l’inizio del consueto ritiro prestagionale, il club di via Aldo Rossi ha infatti reso noto anche il calendario degli impegni che la squadra sosterrà nell’ambito dell’edizione 2019 della International Champions Cup, competizione che coinvolge diciotto tra i club più blasonati del mondo: l’esordio internazionale di Giampaolo sulla panchina del Milan sarà tra un mese esatto, il 23 luglio, al Children’s Mercy Park di Kansas City dove i rossoneri affronteranno il Bayern Monaco. Successivamente poi il Milan se la vedrà anche con il Benfica, il 28 luglio al Gillette Stadium di Foxborough, e con il Manchester United al Principality Stadium di Cardif il 3 luglio.

Nel quartier generale rossonero, intanto, il tema del mercato continua ad essere al centro dell’agenda dei lavori: l’asse con il Real Madrid, dopo il blitz nella capitale spagnola di una delegazione milanista, sembra infatti sempre più caldo e potrebbe portare in dote pedine preziose per il nuovo Milan di Giampaolo. Secondo i media spagnoli il club rossonero, oltre a Dani Ceballos, avrebbe messo nel mirino anche il terzino sinistro classe 1997 Theo Hernandez, che quest’anno è stato dato dai Blancos in prestito alla Real Sociedad. Come nel caso di Ceballos, i contatti sarebbero già stati avviati (si parla di un incontro tra Maldini e il giocatore avvenuto ad Ibiza) per arrivare al più presto alla quadratura del cerchio (Hernandez costa circa 20 milioni). Già nei prossimi giorni potrebbero quindi esserci novità su questi due fronti come su quelli legati al centrocampista della Fiorentina Veretout e del difensore turco Kabak, altri due profili seguiti dai rossoneri con insistenza.