Milan Badelj
Milan Badelj

ROMA, 29 gennaio 2020 – Mentre Inzaghi incrocia le dita in attesa di buone notizie da Joaquin Correa, oggi in clinica Paideia per svolgere gli accertamenti del caso dopo il problema muscolare rimediato nel derby, la società lavora a fari spenti sul mercato. Tare aveva chiuso a delle possibili entrate a margine della sfida, il problema dell'argentino però riapre a ogni eventualità. Il club sta valutando diverse ipotesi, quella low cost porterebbe a Lamin Jallow della Salernitana, un'altra pista invece a Bakambu, ex Villarreal, che gioca in Cina al Sinobo Guoan. Se in condizione, sarebbe un colpo importante per sostituire all'occorrenza Correa e regalare a Inzaghi una freccia in più da aggiungere al suo arco.

TORNA BADELJ – Non solo in attacco. Qualche movimento si registra anche a centrocampo. La Lazio sta per salutare Valon Berisha, che in Italia non è riuscito ad imporsi. Il club sta definendo gli ultimi dettagli per il suo passaggio al Fortuna Dusseldorf, in Germania. Prestito oneroso con diritto di riscatto la formula sul quale si sta lavorando. Le prossime ore saranno decisive per lui. L'uscita del kosovaro comporterebbe la necessità di rinfoltire il centrocampo. Ecco perché alla corte di Inzaghi potrebbe tornare Badelj. Il croato in prestito alla Fiorentina, nella sua seconda avventura a Firenze sta trovando qualche difficoltà. Con l'arrivo di Iachini è finito in panchina, è fuori dai piani futuri dei viola. Inzaghi lo stima, è pronto a riaccoglierlo nella Capitale. Potrebbe giocare come mezzala oppure sostituire Lucas Leiva in cabina di regia. La Fiorentina è aperta a questa possibilità: risparmierebbe circa 7 milioni fra stipendio e riscatto del giocatore a fine stagione.