Francesco Acerbi
Francesco Acerbi

ROMA, 3 luglio 2018 – Possibile svolta nell'affare Acerbi alla Lazio. Il difensore del Sassuolo infatti, nella mattinata di oggi era atteso per le visite mediche di rito di inizio stagione, ma non si è presentato all'appuntamento. Un segnale chiaro lanciato alla società neroverde, che con le sue richieste avrebbe portato la trattativa a una fase di stallo. Il calciatore vuole la Lazio, ha ringraziato Squinzi per gli anni passati in Emilia, ma adesso sente il bisogno di cambiare aria e di confrontarsi con una realtà più ambiziosa come quella capitolina. Una richiesta esplicita, rafforzata dal gesto di quest'oggi che potrebbe mettere con le spalle al muro la società neroverde. La Lazio non è disposta a spendere 15 milioni di euro, ed è arrivata ad offrirne 10, o in alternativa 6 con l'inserimento di una contropartita (che potrebbe essere Cataldi). Il Sassuolo dovrà quindi per forza di cose abbassare le sue pretese, se non vorrà ritrovarsi in casa un calciatore scontento e ormai deciso a vestire la maglia biancoceleste. Nelle prossime ore potrebbero esserci nuovi contatti fra Tare e Carnevali che porterebbero sicuramente delle novità importanti, per sbloccare definitivamente una trattativa che va avanti ormai da più di un mese.

BERISHA E TOUNKARA – Intanto dopo le visite mediche svolte qualche giorno fa, è arrivata anche l'ufficialità per quanto riguarda il trasferimento di Valon Berisha nella Capitale. Il centrocampista arriva dal Salisburgo dopo sei anni passati in Austria e ha firmato un contratto di cinque anni con il club capitolino. Percepirà uno stipendio di 1,3 milioni di euro più bonus. Altra ufficialità riguarda invece l'attaccante classe 1996 Mamadou Tounkara. L'ex Primavera, il cui contratto scade nel 2020, è stato ceduto in prestito all'FC Schaffhausen, squadra militante nella Challenge League, la seconda divisione svizzera. Una nuova esperienza e una nuova occasione per lui, dopo i sei mesi passati in Albania al Flamurtari.