Torino, 12 giugno 2018 - A due anni di distanza dal clamoroso passaggio alla Juventus, Gonzalo Higuain potrebbe di nuovo accendere il mercato. Il suo nome viene infatti associato con insistenza al Chelsea, che si appresta ad esonerare Antonio Conte e che nelle ultime ore starebbe nuovamente ripensando a Maurizio Sarri come prossimo allenatore. Una mossa questa che è destinata a influenzare in maniera trasversale anche le strategie bianconere. Sì, perché il primo obiettivo dell'ormai ex tecnico del Napoli sarebbe proprio il Pipita, che nel frattempo si prepara al Mondiale. Un evento che l'attaccante argentino vuol vivere da protagonista, per trascinare la propria Nazionale finalmente al successo.

FATTORE SARRI - La testa di Gonzalo è esclusivamente rivolta alla vicende di casa Albiceleste, ma è inevitabile che certi voci non possano lasciarlo indifferente. Non è un mistero che, nonostante la scelta di Higuain di "tradire" il Napoli per la Vecchia Signora, il rapporto fra il centravanti classe '87 e Sarri sia speciale. D'altronde, è stato il mister campano a permettere al Pipita di compiere il definitivo salto di qualità, mettendolo nelle condizioni di esprimersi al meglio in zona gol. Un fattore da non trascurare e che, insieme a una ricca proposta da parte del Chelsea, potrebbe spingere Higuain verso Londra. Il giocatore sta bene a Torino, ma la Premier lo tenta, per sua stessa ammissione.

SCAMBIO CON MORATA? - Se fosse Gonzalo a manifestare l'intenzione di lasciare, allora la dirigenza juventina di certo non si opporrebbe. Necessario però che i Blues accontentino le richieste dei campioni d'Italia, che tradotto potrebbe voler significare il cartellino di Alvaro Morata. Un'operazione così impostata accontenterebbe un po' tutte le parti, visto il forte desiderio dello spagnolo di tornare a vestire la casacca bianconera. Fantamercato? Niente è impossibile e lo stesso Pipita lo ha dimostrato trasferendosi alla corte di Massimiliano Allegri. Due anni dopo, Higuain potrebbe recitare ancora un ruolo importantissimo per la campagna acquisti della Signora. Prima però c'è un Mondiale da vincere e, fino ad allora, Gonzalo non ne vuole sapere di mercato.