Alexis Sanchez
Alexis Sanchez

Milano, 18 agosto 2019 – Non sarà Edin Dzeko il secondo colpo offensivo dell’Inter, bensì Alexis Sanchez. La punta cilena ex Udinese e Arsenal è ad un passo dal trasferimento in nerazzurro, il giocatore ha dato il suo benestare al ritorno in Italia e ora si tratta solo di trovare una intesa con il Manchester United sia sull’ingaggio che sulla formula di trasferimento.

AFFARE IN PRESTITO – Un’idea lampo della dirigenza nerazzurra che ha visto saltare l’affare Edin Dzeko e complicarsi quello Paulo Dybala. Ecco allora che Beppe Marotta e Piero Ausilio hanno avuto l’intuizione di buttarsi sul classe 1988 Alexis Sanchez. Per il cileno sarebbe un ritorno in Italia dopo l’ottima avventura a Udine, per l’Inter un innesto importante in avanti con una spesa tutto sommato minima. Operazione in prestito oneroso per i nerazzurri che verseranno qualcosa nelle casse del Manchester United ma non per acquistare a titolo definitivo il giocatore. Quello sarà possibile farlo tra un anno in diritto di riscatto a 15 milioni di euro.

INTESA SULL’INGAGGIO – In queste ore invece l’entourage del calciatore sta trattando l’uscita di scena dai Red Devils e le cifre dell’ingaggio che verserà l’Inter sul conto del cileno. Sanchez sfiora i 10 milioni di euro di ingaggio e per ritornare in Italia con un ruolo importante sarebbe disposto a ridurselo. L’altra soluzione è ancora più semplice: l’Inter verserà una larga parte dell’ingaggio, chiedendo allo United di versare quella restante. Di questo si sta parlando nei recenti colloqui tra l’agente del calciatore e i due club, ma l’affare sembra ormai indirizzato sia per la volontà di Manchester e Inter di conclude l’operazione, sia per la voglia di Sanchez di rimettersi in gioco in Serie A. Se tutto dovesse procedere nel migliore dei modi, Sanchez è atteso martedì a Milano per le visite mediche e la firma del contratto. In nerazzurro riabbraccerebbe Romelu Lukaku con cui ha condiviso in Inghilterra un anno e mezzo. Insomma, tra Dybala e Dzeko alla fine l’ha spuntata Sanchez. Sul resto solo un incastro attualmente improbabile tra Juventus e Inter potrebbe far decollare una operazione per uno scambio tra Dybala e Icardi.