Maxi Lopez (Lapresse)
Maxi Lopez (Lapresse)

Milano, 22 febbraio 2019 - Icardi non è primo marito - calciatore a cui Wanda Nara chiese di essere agente, e curare i rapporti con il club in cui militava. Prima dell'argentino c'era il suo connazionale Maxi Lopez, padre dei primi tre figli di Wanda. Anche lui, rivela in un'intervista all'emittente argentina AM 900 erav nel mirino: "Mi chiese di diventare il mio agente, rifiutai. Ci sono donne altamente qualificate per farlo, ma io ho voluto preservare la mia famiglia e mantenere un'armonia. Non volevo mescolare i due percorsi. A quel tempo, in mezzo alle scelte sbagliate che ho fatto, quella è stata buona".

L'ex attaccante di Catania, Samp, Udinese, e Torino racconta la sua scelta quando si lascò con l'ex moglie: "Quando mi separai decisi di optare per un profilo basso, per preservare ciò che era più importante per me, i miei figli. Il mio interesse era quello di non potermi rimproverare niente come padre". 

Poi dice la sua sul caso di queste settimane tra l'Inter e Icardi: "Wanda ha un tono molto colloquiale con i dirigenti italiani, che hanno un altro carattere rispetto agli argentini. Il linguaggio del calcio è diverso, non lo impari da un giorno all'altro. I procuratori a volte fanno la differenza. E a certi livelli alcuni giocatori hanno bisogno di una persona di un certo livello. Non è un caso quello che sta accadendo". 

Wanda Nara Icardi, all'anagrafe Wanda (Uanda è la pronuncia, e non Vanda) Solange Nara, è nata il 10 dicembre 1986, è la sorellina di Zaira Nara, modella ed ex di Diego Forlan. In argentina ha lavorato nella moda e nel mondo dello spettacolo. Ed è grazie alle conoscenze in quel mondo, se da quando è in Italia, si è trasformata da showgirl a manager di calciatori, ma come dice Lopez, non ha una vera preparazione nel campo specifico.