Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri

Cagliari, 30 maggio 2020 - Walter Zenga attende ancora di fare il proprio debutto sulla panchina del Cagliari. Un destino beffardo quello dell'Uomo Ragno, sbarcato in Sardegna proprio una settimana prima rispetto allo stop del campionato. L'epidemia lo ha frenato finora, ma presto il nuovo allenatore dei rossoblù potrà guidare i suoi in gare ufficiali.

Da Cagliari però arriva un retroscena interessante: il club, prima di chiudere l'accordo con Zenga, aveva contattato perfino Massimiliano Allegri, fermo ai box da un anno dopo la separazione dalla Juventus. "Ho fatto una telefonata un po’ folle verso fine gennaio per offrirgli la nostra panchina, sapendo che comunque sarebbe stato impossibile", ha svelato a Sky Sport Tommaso Giulini, presidente dei isolani. 

Una tentazione clamorosa, quella di riportare il tecnico nativo di Livorno in Sardegna, dove aveva già allenato dal 2008 al 2010, prima di passare al Milan. "La risposta di Massimiliano? Mi ha detto che la sua prossima avventura sarà all’estero, anche se era affascinato dalla proposta del Cagliari nell’anno del centenario - il racconto di Giulini - Sapevo già prima di fare la telefonata che sarebbe stato molto difficile".

Il futuro di Allegri insomma non sarà nell'isola e nemmeno in Italia: d'altronde, che il mister classe '67 sia affascinato dal richiamo dei campionati stranieri (in primis dalla Premier League) non lo scopriamo di certo oggi. Ma adesso abbiamo anche la conferma che la carriera dl tecnico ex Juve non continuerà in serie A, ma all'estero.