Mario Balotelli in azione contro la Polonia
Mario Balotelli in azione contro la Polonia

Milano, 9 settembre 2018 - "Io sono forte e voi?". Mario Balotelli risponde così su Instagram alle critiche provenienti da tifosi e addetti ai lavori dopo la brutta prestazione offerta contro la Polonia all'esordio nella Nations League. Il suo rendimento ha fatto discutere, così come la scelta di Roberto Mancini di affidargli l'attacco azzurro, e ha scatenato una vera e propria rivolta popolare nei confronti di Super Mario, che sembra averla presa tutt'altro che bene, nonostante sia ormai abituato a convivere con la pressione. "Non rovinare una buona giornata, anche se ieri ne hai avuta una pessima", il messaggio lanciato dall'attaccante del Nizza sulle proprie Instagram Stories.

Il numero 9 della Nazionale prova insomma a voltare pagina, conscio comunque di non aver messo in mostra le proprie potenzialità contro la Polonia. Balo è apparso scarico fisicamente e mentalmente, incapace di trascinare i compagni nel momento di difficoltà e a tratti pure indolente. Non che Andrea Belotti, che ha preso il posto del classe '90 dopo circa un'ora di gara, abbia lasciato un segno tangibile, ma quanto meno il centravanti del Torino ci ha messo grinta e cuore. Caratteristiche che servono come il pane a quest'Italia e che dovrebbero convincere il ct Mancini a confermare il Gallo nel secondo appuntamento di Nations League contro il Portogallo, in programma per domani sera, lunedì 10 settembre, all'all'Estadio do Sport Lisboa e Benfica.

Belotti è in pole rispetto a Ciro Immobile, mentre Balotelli si accomoderà in panchina, pronto eventualmente a subentrare. Con meno minuti a disposizione, Super Mario potrebbe rendere sicuramente meglio, pensando alla condizione atletica ancora insoddisfacente per disputare un'intera partita.