Rodrigo Bentancur
Rodrigo Bentancur

Torino, 10 gennaio 2019 - Brutte notizie per Massimiliano Allegri dalla seduta di allenamento di stamani, durante la quale Mario Mandzukic ha accusato un problema ai flessori della coscia sinistra, la cui entità verrà valutata nei prossimi giorni. Il croato salterà sicuramente la trasferta di sabato a Bologna ed è a rischio anche per la finale di Supercoppa Italiana del 16 gennaio. Un vero peccato per la Juventus, che proprio in questo momento stava recuperando Joao Cancelo. Il portoghese potrebbe essere convocato per la gara di Coppa Italia, ma il vero obiettivo è quello averlo a disposizione per la partita contro il Milan.

Chi sicuramente non mancherà è Rodrigo Bentancur, uno dei protagonisti di questa prima parte di stagione. Il centrocampista classe '97 ha parlato del suo momento e di quello della squadra ai microfoni di Juventus TV. "Le vacanze sono state importanti per riposare un po' e stare con la famiglia, ma ora siamo già concentrati per vincere la prossima sfida - racconta l'ex Boca Juniors - Sono contento per i due gol, ma spero di segnarne altri. Devo ancora migliorare però: in fase di passaggio, ad esempio nel lanciare Cristiano, ma anche nell'occupare la posizione davanti alla difesa, il mister me lo ricorda spesso. I prossimi impegni? Ora ci concentriamo sul Bologna, ma subito dopo penseremo alla sfida con il Milan e alla Supercoppa, il nostro primo obiettivo".

Capitolo mercato: il passaggio di Aaron Ramsey alla Juventus è ormai cosa fatta. Il gallese si legherà alla Vecchia Signora per i prossimi cinque anni e già domenica, come raccontano dall'Inghilterra, potrebbe sostenere le visite mediche. La firma del giocatore è invece prevista dopo la finale di Supercoppa Italiana, ma il suo arrivo non verrà anticipato a gennaio. L'Arsenal infatti non intende privarsene prima dell'estate. "Gli ho chiesto, in occasione dell'ultima gara col Blackpool, se a lui sta bene darci una mano in campo e lui mi ha detto di voler giocare e lo ha fatto impegnandosi molto - sottolinea Unai Emery, tecnico dei Gunners - Il suo futuro è una cosa che riguarda lui, la sua famiglia e il suo agente. Posso solo dire che sta lavorando benissimo in ogni allenamento e che voglio sia concentrato solo sulla gara di sabato col West Ham. Rispetto moltissimo la sua decisione, ma non posso aggiungere altro. Per me la cosa più importante è che oggi sia con noi".

Francesco Bocchini