24 mar 2022

Italia fuori dai Mondiali, Mancini: "La mia delusione più grande. Futuro? Vedremo..."

Il ct azzurro ha parlato dopo l'eliminazione dal playoff che garantisce l'ultimo pass per il Mondiale. 

matteo airoldi
Sport
Italy's head coach Roberto Mancini gestures during the FIFA World Cup Qatar 2022 play-off qualifying soccer match between Italy and North Macedonia at the Renzo Barbera stadium in Palermo, Sicily island, Italy, 24 March 2022. ANSA/CARMELO IMBESI
Il ct dell'Italia Roberto Mancini (Ansa)

Palermo, 24 marzo 2022 – A cinque anni dal ko con la Svezia che sancì la non partecipazione dell’Italia ai Mondiali di Russia 2018, la storia si è ripetuta: gli azzurri campioni d’Europa in carica hanno nuovamente fallito l’appuntamento per strappare un pass per la rassegna iridata di Qatar 2022. Ad estromettere l’Italia dalla corsa alla Coppa del Mondo qatariota questa volta è stata la Macedonia del Nord che si è guadagnata la finale del playoff spareggio grazie a un gol dell’ex Palermo Aleksandar Trajkovski all’alba dei tempi di recupero. Comprensibile e più palpabile che mai la delusione del CT azzurro Roberto Mancini nel dopogara ai microfoni Rai: “Così come mesi fa dissi che la vittoria dell’Europeo era stata la mia più grande gioia professionale, credo che questa sia la mia delusione più grande. Non si può dire nulla. Il calcio è questo. A volte succedono cose incredibili e questa sera è successa una di queste cose. Forse non avremmo dovuto essere qui, come abbiamo anche detto ieri, ma abbiamo fatto tutto per cercare di vincerla. Certe partite sono così".

Le pagelle dell'Italia

Il futuro

Il ct azzurro ha poi voluto ripercorrere questi ultimi otto mesi, dal trionfo di Wembley in poi: “La vittoria dell’Europeo è stata strameritata perché abbiamo giocato benissimo. Da lì in poi la fortuna che ci aveva accompagnato in Inghilterra si è trasformata in sfortuna perché sono successe cose impensabili. Inutile parlare però, quando si perde bisogna anche saper soffrire”. Sul futuro Mancini ha però preferito non sbilanciarsi: “Adesso vediamo. Credo che in questo momento la delusione sia troppo forte per parlare di futuro”.

L'Italia, Mancini e quel gioco di prestigio durato tre anni - di Paolo Franci

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?