Gabriel Magalhaes (Ansa)
Gabriel Magalhaes (Ansa)

Napoli, 17 agosto 2020 - Sembrava fatta per l'erede di Kalidou Koulibaly e invece la strada per arrivare a Gabriel Magalhaes si è complicata bruscamente: il forte inserimento dell'Arsenal rischia di beffare il Napoli, che per primo nei mesi scorsi si era fiondato sul centrale del Lille.

L'assalto dei partenopei sta conoscendo una fase di impasse a causa delle difficoltà in uscita: per comprare bisogna prima cedere uno tra il senegalese e Nikola Maksimovic, con quest'ultimo maggiore indiziato a causa dei problemi emersi nella trattativa per rinnovare il contratto in scadenza tra meno di un anno. Ancora più complesso il fronte Koulibaly, per il quale faticano ad arrivare le offerte monstre attese da Aurelio De Laurentiis. Insomma, il Napoli temporeggia e l'Arsenal affonda: i Gunners hanno infatti trovato l'accordo con l'entourage del brasiliano e stanno lavorando alacremente per raggiungere l'intesa anche con il Lille, che invece ha un gentlemen's agreement proprio con il club partenopeo. Un intrigo nel quale ha un grosso peso l'oggetto del desiderio Gabriel, che dovrebbe sciogliere le riserve probabilmente nel giro di una settimana: un tempo sufficiente all'Arsenal per formulare un'offerta ufficiale da 30 milioni totali che possa superare quella da 25 già presentata dal Napoli senza nemmeno includere più il cartellino di Adam Ounas. L'unica condizione posta da De Laurentiis è attendere prima la cessione di un difensore: la buona notizia per il patron è che anche i Gunners hanno lo stesso problema, con addirittura tre esuberi da piazzare prima di sferrare il colpo decisivo per il difensore classe '97 che pare aver stregato tutti.


A parità di difficoltà in uscita gli inglesi sembrano comunque in vantaggio nella corsa a Gabriel, stopper di grande forza fisica abbinata a un'ottima velocità e a una discreta tecnica palla al piede grazie a un mancino di tutto rispetto. Insomma, tutti ingredienti che difettano all'attuale retroguardia azzurra, già certa di essere rinforzata a breve dall'arrivo di Amir Rrahmani, detentore di un primato particolare nel campionato da poco andato in archivio: l'ormai ex difensore del Verona è il giocatore che ha recuperato più palloni nello scorso torneo. Il kosovaro si presenterà nel ritiro di Castel di Sangro con i galloni della riserva di lusso: questo almeno in linea teorica, perché poi non è detto che il Napoli il primo rinforzo dietro non se lo ritrovi già in rosa alla ripresa delle attività, in programma il 24 agosto.