Romelu Lukaku
Romelu Lukaku

 

Milano, 29 ottobre 2020 - La trasferta in quel di Kiev contro lo Shakhtar Donetsk non ha lasciato in dote all'Inter solo tanto rammarico per le occasioni da gol sprecate per portarsi a casa l'intera posta in palio, ma pure una (potenziale per il momento) brutta gatta da pelare sul fronte infermeria. Già, perché Romelu Lukaku è uscito malconcio dalla seconda gara di Champions League, come si apprende dal comunicato diffuso dalla società nerazzurra. "Romelu Lukaku si è sottoposto questa mattina a risonanza magnetica presso l’istituto Humanitas di Rozzano in seguito a un problema riscontrato nella gara di UEFA Champions League contro lo Shakhtar Donetsk. Gli accertamenti hanno evidenziato un risentimento muscolare agli adduttori della coscia sinistra. Le condizioni dell’attaccante belga saranno valutate giorno dopo giorno". 

L'importanza di Lukaku

Insomma, l'attaccante ex Manchester United è quantomeno a rischio per la prossima partita di campionato, che vedrà la squadra di Antonio Conte ospitare sabato alle 18 il Parma. Ma soprattutto, la presenza del numero 9 nerazzurro è in dubbio per il big match a Madrid con il Real in programma per martedì. Quello sarà uno snodo cruciale per il cammino in Champions della Beneamata: rinunciare a Lukaku, autore finora di sette gol in questa stagione e titolare inamovibile per Conte, in un appuntamento così delicato rappresenterebbe un colpo durissimo per l'Inter. Ecco perché, anche nel caso in cui dovesse recuperare in tempo, difficilmente lo si vedrà nell'undici di partenza che affronterà il Parma, così da farlo eventualmente risposare per la sfida con i Blancos. 

Leggi anche: Inter, parla il presidente Zhang