31 dic 2021

Chelsea, Tuchel risponde a Lukaku: "Infelice a Londra? Le sue parole non mi sono piaciute"

Scoppia il caso Lukaku. Il tecnico dei Blues: "Sono sorpreso perché non lo vedo scontento. Ne parleremo lontano dai riflettori"

francesco bocchini
Sport
Lukaku e Tuchel a colloquio
Lukaku e Tuchel a colloquio

 

Milano, 31 dicembre 2021 - Non si è fatta attendere la risposta di Thomas Tuchel alle dichiarazioni di Romelu Lukaku, apparso nostalgico della sua avventura all'Inter. Non solo, perché il belga ha espresso la sua volontà di tornare in nerazzurro, oltre che insofferenza per come stanno andando le cose in quel di Londra. "Non mi sono piaciute le sue parole, è ovvio - il commento del tecnico del Chelsea a due giorni dal big match con il Liverpool - Sono parole che fanno rumore, un rumore di cui non abbiamo bisogno. Non vogliamo che venga trasformato in più di quanto ci sia in realtà. È facile prendere delle frasi fuori dal contesto, accorciarle e fare dei titoli per poi rendersi conto che la realtà non è poi così male".

Confronto privato

 

Una tirata d'orecchie in piena regola quella di Tuchel nei confronti del proprio giocatore, con il quale il rapporto non sembra idilliaco. Dopo la sgridata pubblica, adesso ci sarà tempo per un confronto privato fra i due. "Ci prenderemo del tempo per capire cosa sta succedendo perché quelle dichiarazioni non riflettono il lavoro quotidiano, l'atteggiamento e il comportamento che Lukaku mostra quotidianamente qui a Cobham. Sono sorpreso perché non lo vedo infelice anzi, parleremo con lui lontano dai riflettori. Se sei un giocatore così importante come Romelu, sei sempre sotto i riflettori: dovrebbe sapere che tipo reazioni provocano parole come queste. A maggior ragione in un periodo in cui non si vince con continuità". 

Leggi anche: Supercoppa Italiana, per ora nessun rinvio

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?