Gosens segna il secondo gol al Liverpool, super Atalanta (Ansa)
Gosens segna il secondo gol al Liverpool, super Atalanta (Ansa)

Liverpool, 25 novembre 2020 - Il Liverpool ospita ad Anfield Road l'Atalanta di Gasperini per la quarta giornata del girone D di Champions League, tre settimane dopo la roboante vittoria ottenuta a Bergamo. I Reds disputano un primo tempo opaco, preludio di una seconda frazione di gioco che vede la Dea protagonista. Ilicic apre le marcature al 60', Gosens raddoppia al 64' su torre di Hateboer. Klopp e i suoi rimangono in testa al girone con 9 punti, seguiti a quota 7 dall'Ajax e dai bergamaschi. Fanalino di coda il Midtjylland a quota 0.

Liverpool-Atalanta 0-2, rivivi la diretta

Champions, risultati e classifiche

Primo tempo 

Klopp, privo di tanti titolari causa infortuni, schiera il suo 4-3-3 con Manè, Salah e Origi in avanti. Gasperini si presenta sul prato di Anfield con il 3-4-1-2, con Pessina alle spalle di Ilicic e Gomez; Zapata e Muriel si accomodano in panchina. La prima botta del match verso la porta è di Ilicic, che calcia dai venti metri col mancino ma spara in curva. Al 9' Romero cerca in profondità il movimento di Gosens, che da posizione impossibile cerca una conclusione sul primo palo. Il tiro, potentissimo e preciso, viene deviato in corner con un mezzo miracolo da Alisson. Poco dopo Williams perde un pallone sanguinoso sulla trequarti, Gomez parte palla al piede e cerca il secondo palo da fuori area. Palla a lato di pochissimo, ottima Dea in questo inizio di match. La prima conclusione del LIverpool arriva solamente al 44', quando Salah si ritaglia uno spazio per calciare. Il suo destro finisce ampiamente sul fondo.

Secondo tempo 

I padroni di casa non modificano il loro atteggiamento remissivo e l'Atalanta li punisce. Il Papu mette in mezzo un pallone tagliato dalla sinistra, Ilicic arriva prima di tutti sul secondo palo e batte il portiere. Dea sopra di un gol al 60'. I Reds cercano una reazione e invece subiscono il secondo gol. Al minuto 64 Gomez mette un altro pallone in area, fotocopia di quello precedente per Ilicic, che stavolta trova la testa di Hateboer. L'esterno fa la torre per la corrente Gosens, al centro dell'area di rigore completamente isolato non sbaglia. Il Liverpool attacca a spron battuto senza sfondare, gli uomini di Gasperini agiscono di rimessa. Il match si conclude sul 2-0, senza ulteriori occasioni da gol da una parte e dall'altra.

Tabellino

Liverpool (4-3-3): Alisson; N. Williams, Matip (40' st Minamino), R. Williams, Tsimikas (16' st Robertson); Milner, Wijnaldum (16' st Fabinho), Jones; Salah (16' st Firmino), Origi (16' st Diogo Jota), Mané. (13 Adrian, 62 Kelleher, 89 Koumetio, 64 Cain, 65 Clarkson). All.: Klopp. 

Atalanta (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Romero, Djimsiti; Hateboer, De Roon, Freuler, Gosens (30 'st Mojica); Pessina (40' st Miranchuk); Ilicic (25' st D. Zapata), Gomez. (31 Rossi, 57 Sportiello, 6 Palomino, 42 Scalvini, 21 Piccini, 40 Ruggeri, 43 Panada, 7 Lammers, 9 Muriel). All.: Gasperini. 

Arbitro: Del Cerro Grande (Spagna). 

Reti: nel st 15' Ilicic, 19' Gosens. Angoli: 2-2. Recupero: 1' e 2'. Ammoniti Tsimikas e De Roon per gioco falloso. Note: osservato un minuto di silenzio per la scomparsa di Diego Armando Maradona. 
 

Leggi anche: Maradona è morto: il calcio piange il Pibe de Oro