7 apr 2022

Lipsia-Atalanta 1-1, la Dea non va oltre il pari in Germania

L'andata dei quarti di finale di Europa League alla Red Bull Arena si chiude in parità: in gol Muriel, autogol di Zappacosta. Due pali per parte, Musso para un rigore

gabriele sini
Sport
epa09876298 Luis Muriel
 (L) of Atalanta celebrates with teammate Remo Freuler after scoring the opening goal during the UEFA Europa League quarter final, first leg soccer match between RB Leipzig and Atalanta BC in Leipzig, Germany, 07 April 2022.  EPA/FILIP SINGER
Luis Muriel in gol a Lipsia (Ansa)

Lipsia, 7 aprile 2022 - L'Atalanta vola in Germania per affrontare il RB Lipsia nell'andata dei quarti di finale di Europa League. La Dea strappa un pareggio per 1-1 alla Red Bull Arena, al termine di una partita incandescente e piena di occasioni da gol. Muriel al 17' e l'autorete di Zappacosta al 58' decidono la sfida, che vede tedeschi e italiani dividersi equamente il bottino di quattro pali colpiti. Decisivo Musso, che ha sventato un rigore di André Silva. La qualificazione si deciderà a Bergamo.

Lipsia-Atalanta 1-1, rivivi la diretta

Europa League, il calendario

Primo tempo

Tedesco e Gasperini si schierano a specchio con la difesa a tre. Nel Lipsia Nkunku e André Silva compongono il tandem offensivo, mentre nell'Atalanta Pessina viene preferito a Malinovskyi per affiancare Pasalic e Muriel. La Dea parte forte e sblocca la partita al 17'. Muriel si accende a sinistra, passa troppo facilmente in mezzo a due difensori e, una volta in area, scaglia un destro che si infila in rete. Tre minuti dopo il colombiano ci riprova in contropiede e sfiora il palo con un mancino ad incrociare. I tedeschi rialzano la testa e prendono il controllo del pallone. Al 24' un'azione confusa permette ad André Silva di calciare dall'altezza del dischetto e colpire il palo alla destra di Musso. Nel finale Pasalic ha un'opportunità dal fondo, ma colpisce solamente il legno esterno.

Secondo tempo

L'Atalanta sfiora il raddoppio al 54': Koopmeiners calcia verso la porta, sulla conclusione respinta arriva Muriel e Gulacsi salva i suoi con un miracolo. I successivi minuti sono un'altalena di emozioni: Demiral commette fallo su Nkunku al 57' e concede un calcio di rigore; André Silva si fa ipnotizzare da Musso, che para anche il tentativo di tap-in di Orban. Un minuto dopo, però, Zappacosta realizza uno sfortunato autogol nel tentativo di rinviare un cross tagliato proveniente dalla trequarti. Risultato che torna in equilibrio sull'1-1. I bergamaschi tornano all'arrembaggio: Scalvini ha una chance mastodontica ma la sciupa sparando alto di un soffio, sulla sponda di Zapata nel cuore dell'area; poco dopo, Koopmeiners si accentra dalla destra, colpisce il palo e il pallone sbatte su Gulacsi prima di spegnersi sul fondo. Il Lipsia soffre tantissimo e anche Demiral va a spanne dal gol al 73', con un'incornata che finisce a lato di poco. I padroni di casa superano il momento difficile e colpiscono un legno a loro volta. All'81' Szoboszlai impatta alla perfezione di testa e centra in pieno la traversa, con Musso ormai battuto. Il club Red Bull va all'assalto negli ultimissimi minuti. Al 90' è ancora Szoboszlai a costringere Musso ad un miracolo, ma sul corner successivo è Demiral a salvare sulla linea dopo un flipper impazzito in area.

Leggi anche: Conference League, la Roma sfida il Bodo Glimt

 

 

 

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?