L'esultanza dei giocatori del Lione (Ansa)
L'esultanza dei giocatori del Lione (Ansa)

Lisbona, 15 agosto 2020 - Il Lione non si ferma e dopo aver eliminato la Juventus continua a mietere vittime illustri. I francesi battono 3-1 il ben più quotato Manchester City e lo fanno grazie a due protagonisti in particolare: Lopes, che para tutto tranne la botta di De Bruyne che al 69' aveva pareggiato la rete siglata nel primo tempo da Cornet e Dembélé che, subentrato nella ripresa a Depay, con una doppietta nel giro di 8' manda la banda Garcia in semifinale, dove ad attenderla c'è il fenomenale Bayern Monaco.

Il Manchester City ha il dominio del campo ma sbatte contro la difesa a 5 del Lione, che si chiude ma appena può riparte con veemenza: è così che al 24' nasce il gol di Cornet, che di prima beffa un Ederson piazzato male sulla linea di porta dopo l'affondo di Ekambi su un gran lancio dalle retrovie. Al 31' serve una doppia uscita provvidenziale di Lopes per salvare i suoi dalla minaccia portata da Gundogan. Il portiere si ripete anche in pieno recupero sul diagonale di Sterling: troppo poco per accontentare un furioso Guardiola.


La ripresa comicia con il solito copione: il City si fa preferire sul piano del possesso palla ma non riesce a sfondare. Il tecnico spagnolo corre ai ripari inserendo Mahrez per l'ammonito Fernandinho, rendendo il suo 4-3-3 sulla carta più offensivo. In realtà gli unici pericoli (ammesso che possano essere chiamati tali) per il Lione arrivano dalle conclusioni dalla distanza: il protagonista è un volenteroso ma impreciso De Bruyne. La mira del belga si sistema al 69': è un suo piattone di prima a pareggiare i conti dopo una caparbia azione di Sterling. Gli inglesi salgono di giri e al 73' sfiorano la rimonta completa con l'iniziativa personale di Gabriel Jesus: Lopes protegge alla grande il palo più vicino. Al 77' il brasiliano ci riprova, servito da un altro passaggio illuminante di Sterling: stavolta l'impatto del numero 9 con la sfera è infelice. E' invece felicissimo l'impatto sulla partita del neo entrato Dembélé, che riceve da Aouar e solo di fronte a Ederson non sbaglia: il Lione torna in vantaggio a sorpresa nel momento di maggiore sofferenza. All'86' il City potrebbe pareggiare ancora ma Sterling da due passi spara incredibilmente alle stelle un tiro di Gabriel Jesus diventato assist involontario. Gol sbagliato, gol subito: all'87' il Lione cala il tris ancora con Dembélé, che spedisce nel sacco la ribattuta difettosa di Ederson sulla conclusione di Aouar. Il colpo è mortale per gli inglesi, che nel recupero riescono a rendersi pericolosi solo con la testa di Walker e così il pass per la semifinale lo staccano i francesi, che ormai non possono più essere considerati una sorpresa.