La disperazione di Cristiano Ronaldo, in campo contro il Lione (Ansa)
La disperazione di Cristiano Ronaldo, in campo contro il Lione (Ansa)

Lione, 26 febbraio 2020 - Basta un gol di Tousart nel primo tempo per decidere la gara d'andata degli ottavi di finale di Champions League fra Lione e Juventus. La Vecchia Signora esce sconfitta 1-0 e fra tre settimane sarà chiamata a ribaltare il risultato all'Allianz Stadium, proprio come un anno fa contro l'Atletico Madrid. La strada verso i quarti si fa decisamente in salita. 

Champions League, calendario e risultati

LA CRONACA

Maurizio Sarri ritrova Pjanic, grande ex della partita, e conferma Cuadrado da esterno alto. Inizio di personalità dei bianconeri (stasera in maglia blu), subito pericolosi con il cross di Ronaldo che per poco non trova la deviazione vincente di Cuadrado. I padroni di casa lasciano agli avversari il possesso palla, difendendosi con un baricentro bassissimo e confidando nelle ripartenze. La grande occasione per i francesi tuttavia nasce da azione da angolo: al 21' è la traversa a dire di no al colpo di testa di Ekambi. Il Lione prende coraggio e al 30' sfrutta la momentanea superiorità numerica (de Ligt out per una ferita alla testa) con Tousart, che non spreca l'assist di Aouar, con quest'ultimo bravo a lasciare sul posto un passivo Bentancur. 

La reazione della Juve è immediata, ma il destro di Ronaldo non gira a sufficienza per inquadrare lo specchio della porta. E' un fuoco di paglia però, perché la formazione di Rudi Garcia ha tutto un altro atteggiamento rispetto ai primi 20 minuti. I transalpini si fanno vedere dalle parti di Szczesny con un paio di conclusioni di Ekambi entrambe fuori misura. Poco male per l'Olympique, che torna negli spogliatoi avanti per 1-0. 

Madama prova a rientrare in campo con un'altra faccia. I campioni d'Italia tuttavia faticano a creare grattacapi a Lopes. Sarri così si gioca la carta Ramsey e al 68' ecco la ghiotta palla gol per i piemontesi: Alex Sandro pesca l'inserimento di Dybala, che da ottima posizione manda sul fondo. Entra anche Higuain, ma la Vecchia Signora continua a non riuscire a sfondare il muro difensivo eretto dal Lione. La Juve lancia l'assalto alla porta dei francesi, i locali sostanzialmente non escono più dalla loro metà campo, ma agli ospiti manca l'istinct killer. Specie a Higuain, che all'85' spedisce il pallone out. Dybala lo firmerebbe anche il pari, ma la rete viene annullata per fuorigioco. E così a fare festa è l'Olympique, che lancia un chiaro messaggio: a Torino la qualificazione ai quarti sarà tutta da conquistare per i ragazzi di Sarri. 

Tabellino

Lione (3-5-2): Lopes, Denayer, Marcelo, Marcal, Dubois (32' st Tete), Tousart, Guimaraes, Cornet (36' Andersen), Auoar, Dembele, Ekambi (21' st Terrier). (30 Tatarusanu 12 Mendes 10 Traorè, 25 Caqueret). All. Garcia.

Juventus (4-3-3): Szczesny, Danilo, De Ligt, Bonucci, Alex Sandro, Bentancur, Pjanic (17' st Ramsey), Rabiot (32' st Bernardeschi), Cuadrado (25' st Higuain), Dybala, Ronaldo. (77 Buffon 2 De Sciglio 24 Rugani 14 Matuidi). All. Sarri Arbitro: Gil Manzano (Spagna).

Arbitro: Gil Manzano (Spagna) 

Rete: nel pt 31' Tousart.

Note - Angoli: 5-3 per il Lione Recupero: 3' e 5' Ammoniti: Marcelo e Cornet per gioco scorretto. Spettatori: 59.000.