Aulas (ANSA)
Aulas (ANSA)

Lione (Francia), 24 maggio 2020 – La decisione di sospendere la Ligue 1 con l’argo anticipo a causa del coronavirus e di assegnare poi il titolo al Paris Saint-Germain non è andata giù a tutti i club e in particolare al Lione del vulcanico presidente Jean-Michel Aulas che si è sfogato senza mezzi termini attraverso le colonne de “L’Equipe”: “Fermare il campionato è stata una vera idiozia. Mi sembra paradossale che paesi più colpiti dalla pandemia come Francia e Spagna siano riusciti a trovare una soluzione. Bisognava avere maggior pazienza come ha chiesto la UEFA che ha stilato un protocollo sanitario che noi non abbiamo neppure preso in esame. Lo reputo uno scandalo. Abbiamo partecipato ad assemblee con altre Federazioni poi non ci siamo allineati alle decisioni. Una vera idiozia.”

Il lungo stop dovuto all’anticipata cancellazione della Ligue 1 secondo Aulas potrebbe avere un pesante contraccolpo anche in Champions League dove i transalpini in caso di ripresa delle coppe europee se la vedranno con la Juventus di Cristiano Ronaldo, battuta 1-0 nell'andata degli ottavi di finale : “Sarà come presentarsi al cospetto della Juve con i piedi legati e la testa tagliata perché loro avranno ripreso a giocare in campionato da fine giugno.”