Venerdì 19 Luglio 2024
MANUEL MINGUZZI
Calcio

L’Inter riapre la corsa Champions, Inzaghi: "Una delle migliori partite da quando sono qui”

I nerazzurri vincono in rimonta contro la Lazio e riaprono i giochi nella lotta ai primi quattro posti: decisivo Lukaku. Inzaghi ritrova la sua squadra: oggi bellissima Inter

Simone Inzaghi

Simone Inzaghi

Milano, 30 aprile 2023 - In un quarto d’ora abbondante l’Inter ha ribaltato la Lazio e riaperto tutti i giochi nella lotta ai primi quattro posti. I nerazzurri rimontano il gol di Felipe Anderson nel primo tempo grazie a una doppietta di Lautaro Martinez e ad una preziosa rete di Robin Gosens. Decisivi, stavolta, i cambi di Inzaghi, soprattutto l’ingresso del toro argentino, così come l’argento vivo indossato da Romelu Lukaku nella ripresa, dopo un primo tempo soft, autore di due assist determinanti nella rimonta. Inter che sale a quota 57 accorciando a meno quattro dai biancocelesti.

Inzaghi: “Bellissima Inter”

Soddisfatto Simone Inzaghi, che ad un certo punto della partita aveva rivisto i fantasmi di una Inter bella da vedere ma poco concreta davanti, con due conclusioni di Barella a sfiorare il palo e un miracolo di Provedel su sinistro di Dimarco. Invece, un ritrovato Lukaku ha esibito due assist decisivi per la rimonta nerazzurra ma già nel primo tempo la squadra aveva ben interpretato la partita. Il tecnico si gode la vittoria: "Credo sia stata una delle migliori partite da quando sono qui - la sua analisi post partita - A fine primo tempo avevo detto ai ragazzi di continuare, perché stavamo facendo una grande prestazione. Giocavamo contro la seconda in classifica e oggi è stata una bellissima Inter”. La squadra non si è scomposta nonostante lo svantaggio dopo i primi quarantacinque minuti, Inzaghi ha chiesto massima concentrazione nell’intervallo: “Negli spogliatoi ho fatto i complimenti ai ragazzi per la partita che stavano facendo anche se erano in svantaggio, c’era solo da continuare a fare ciò che avevamo preparato. C’era da restare concentrati. I cambi? Sono stati importanti così come chi ha giocato dall’inizio”. Grande doppietta invece per Lautaro Martinez, prima una scivolata e stoccata di destro, poi il tre a uno su clamoroso errore di Vecino: “La vittoria è l’aspetto più importante e abbiamo dimostrato un’altra volta l’amore per questa maglia - il suo commento - I tifosi sono stati il dodicesimo uomo in campo e siamo contenti di aver vinto uno scontro diretto in rimonta. Adesso c’è bisogno di tutti”. Prosegue dunque la rincorsa Champions, totalmente riaperta a sei giornate dalla fine: “Dobbiamo lasciare tutto in campo, servono risultati e punti - ancora Lautaro - Critiche? E’ normale che ci siano, sono qui da cinque anni e sono cresciuto. Mi assumo le responsabilità ma il nostro scopo è crescere come club”.

Sarri: “Siamo diventati arrendevoli”

Una ottima Lazio per oltre un’ora, con buone trame di gioco ma soprattutto una straordinaria tattica difensiva a inibire le linee di passaggio interiste. Poi progressivamente i nerazzurri hanno iniziato a sfondare sempre di più fino a trovare i tre punti. L’analisi di Sarri parte da una sorta di resa mentale della squadra: "Nel momento importante della partita siamo diventati arrendevoli - le sue parole - Il gol è stato preso in maniera troppo morbida con un pallone che non si può perdere così. Non mi è piaciuta quella fase di partita e quando l’Inter ci ha urlato addosso siamo diventati arrendevoli. Negli ultimi venti minuti siamo calati sotto tutti i punti di vista e ho avuto la sensazione che l’Inter avesse un’altra cilindrata”.

Leggi anche - Bologna-Juve, Di Maria non ci sarà