Tebas annuncia di voler tornare in campo il 12 giugno
Tebas annuncia di voler tornare in campo il 12 giugno

Madrid, 11 maggio 2020 - La Liga verso il ritorno in campo, ogni giorno sempre più vicino. Serve ancora l'Ok da parte delle istituzioni ma tutto fa pensare che nel prossimo giugno in Spagna si potrà tornare a giocare. A far trasparire questo ottimismo è il presidente de LaLiga Javier Tebas, intenzionato più che mai a riprendere le attività entro un mese una volta ottenuto il consenso del governo.

"Ci piacerebbe riprendere il 12 giugno, vediamo che cosa succederà, sarà l'istituto sanitario a darci il via libera. Liga e Segunda riprenderanno assieme, con l'idea di finire i campionati entro la fine di luglio e lasciare spazio ad agosto alle partite di Champions e ai playoff per la promozione" le sue parole ai media nazionali.

Molta di questa positività deriva dal numero dei tamponi positivi fatti tra Liga e Segunda Division, con un totale di soli 8 contagiati tra calciatori e staff che fa capire quanto sia contenuta la pandemia nel mondo del calcio spagnolo. "Ci aspettavamo tra i 25 e i 30 positivi. Abbiamo fatto 2500 test, in totale abbiamo 8 positivi, 3 non sono giocatori. Questi calciatori faranno altri test tra pochi giorni dato che sono nella parte finale della malattia" ha detto Tebas.

Ottimismo ma anche precauzioni, con un protocollo che dovrà essere attuato per consentire il regolare svolgimento del campionato. "Il momento meno rischioso è proprio la partita: chiedo di seguire le norme sanitarie per arrivare all'inizio con meno infettati possibile, controlleremo molto i calciatori". 

E infine sul tema delle partite a porte chiuse la posizione è abbastanza chiara. "Non ci sarà il pubblico ma stiamo studiando situazioni per fare in modo che i tifosi possano supportare anche da casa" ha concluso il presidente de LaLiga.