Il presidente della Lega Serie A, Paolo Dal Pino
Il presidente della Lega Serie A, Paolo Dal Pino

Milano, 1 maggio 2020 - I club di serie A fanno fronte comune: la volontà unanime, emersa in occasione dell'Assemblea di Lega andata in scena in teleconferenza, è quella di provare a portare a termine la stagione 2019/20. Una presa di posizione importante, che arriva a un giorno di distanza dalle parole di Vincenzo Spadafora riguardanti il necessario accordo da trovare fra la Commissione medico scientifica e la Figc per mettere a punto il protocollo di sicurezza che le squadre dovranno poi adottare per riprendere gli allenamenti.

Un'intesa che rappresenta la "conditio sine qua non" per il ministro dello Sport, a cui il presidente della Lega Serie A, Paolo Dal Pino, ha dato ragione. "Se sarà possibile giocare, lo faremo rispettando norme e protocolli sanitari. Altrimenti ci atterremo rigorosamente, come abbiamo sempre fatto, alle decisioni del Governo - le dichiarazioni di Dal Pino - Il ministro può avere certezza del nostro spirito costruttivo e collaborativo e che la mia sintonia con il presidente della Figc, Gabriele Gravina, è assoluta". 

Non solo la ripartenza e la conclusione della stagione: durante l'Assemblea di Lega di serie A, si è discusso pure della questione dei diritti tv. Un argomento caldo, ma anche da questo punto di vista le società sembrano pensarla alla stessa maniera: i broadcaster devono versare l’ultima rata, la sesta, che scade nei prossimi giorni. Tutto dipenderà però dal ritorno o meno in campo già in questo campionato delle squadre. In caso di semaforo rosso, gli accordi andranno necessariamente ritoccati.