Falco, autore del 3-0
Falco, autore del 3-0

Lecce, 2 febbraio 2020 - Lecce forza 4. Gli uomini di Liverani asfaltano il Torino e portano a casa il primo successo stagionale tra le mura amiche (nelle altre 10 giornate giocate al “Via del Mare” sono arrivati 5 pareggi e 5 sconfitte). Deiola e Barak aprono le danze nel primo tempo; Falco (con una magia) e Lapadula, dal dischetto, completano l’opera nel secondo tempo. Con questi tre punti, i salentini toccano quota 19 (+3 sul Genoa terzultimo), mentre i granata restano a 27. Inoltre, per gli uomini di Mazzarri questo è il terzo ko di fila dopo quelli con Sassuolo e lo 0-7 di settimana scorsa con l’Atalanta. A completare il periodo nero dei granata anche il 4-2 subito con il Milan in Coppa Italia.

Cronaca. Un grande Lecce, grazie ai gol di Deiola e Barak, chiude sul doppio vantaggio la prima frazione. Il primo squillo del match è del Torino: ci prova Verdi da calcio di punizione, la sfera termina alta. Passano 2’ giri di lancette e il Lecce passa con Deiola: corner corto, Saponara serve l’ex Cagliari, che con una sassata di prima intenzione spedisce il pallone sotto la traversa. Gli uomini di Liverani, sulle ali dell’entusiasmo, al 14’ si rendono pericolosi con Majer dalla distanza, Sirigu c’è e blocca in due tempi. Altri cinque minuti e i salentini siglano il 2-0: Djidji non è perfetto nel tentativo di spazzare e serve involontariamente Barak, che non si lascia pregare due volte e scaraventa la sfera il fondo al sacco. Primo gol in maglia giallorossa per l’ex Udinese, arrivato in Salento nel penultimo giorno di calciomercato. Il forcing leccese prosegue e al 31’ Lapadula sfiora il tris, Sirigu è miracoloso con un gran riflesso. Sul ribaltamento di fronte, il Torino sfiora a sua volta il 2-1: il tentativo di Berenguer dal limite non centra il bersaglio grosso di poco. Al 37’ gli ospiti cercano di la giocata risolutiva, ma il tiro dalla distanza di Bremer si spegne sui tabelloni pubblicitari. Nel finale gli uomini di Mazzarri trovano l’1-2 con la punizione di Belotti, ma il la rete viene annullata per la deviazione di De Silvestri, con il difensore in posizione di netto fuorigioco.

Il Lecce nella ripresa gioca sul velluto e rifila altri due gol al povero Torino. La perla di Falco al 64’ e il perfetto calcio di rigore di Lapadula consegnano agli uomini di Liverani tre punti d’oro in chiave salvezza. Curiosità: il Lecce finalmente trova il primo successo stagionale al “Via del Mare”, dopo cinque pareggi e cinque sconfitte nelle altre dieci partite disputate davanti al pubblico amico. Al 62’ i salentini vanno vicinissimi al 3-0 con Lapadula, Sirigu salva. L’appuntamento con il gol tarda solo di due minuti: al 64’, infatti, Falco con una magia (tiro dal limite che s’insacca al sette) chiude praticamente i conti. Subito il terzo schiaffo, il Torino cerca di rendere meno amaro il passivo al 67’, ma Vigorito blocca senza problemi il tiro di Edera. Undici minuti e i padroni di casa calano il poker: Bremer travolge Shakhov in area di rigore e dal seguente penalty Lapadula aumenta lo svantaggio per gli ospiti. Il finale regala un tentativo di Belotti, ma Vigorito risponde presente e chiude la saracinesca. Il Lecce, come detto, porta a casa tre punti d’oro in chiave salvezza: gli uomini di Liverani salgono a quota 19, a +3 sul Genoa terzultimo. Altro passivo pesante, invece, per il Torino: sono 15 i gol incassati nelle ultime tre partite, dopo i sette con l’Atalanta e i quattro nei quarti di finale di Coppa Italia con il Milan. Inoltre, gli uomini di Mazzari collezionano la terza sconfitta consecutiva in campionato.




Lecce-Torino 4-0 11’ Deiola, 19’ Barak, 64’ Falco, 78’ rig. Lapadula

Lecce (4-3-1-2): Vigorito; Donati, Rossettini, Lucioni, Rispoli; Majer (82’ Paz), Deiola (57’ Petriccione), Barak; Saponara (72’ Shakhov); Falco, Lapadula. Allenatore: Fabio Liverani

Torino (3-4-2-1): Sirigu; Djidji (58’ Edera), Nkoulou, Bremer; De Silvestri, Rincon (70’ Lyanco), Meité, Ola Aina; Berenguer, Verdi (24’ Millico); Belotti. Allenatore: Walter Mazzarri

Ammoniti: Majer, Deiola, Lapadula (L); Nkoulou, Meité, Ola Aina (T) 














Arbitro: Sig. Gianluca Rocchi