Adrien Tameze stende la Lazio (Ansa)
Adrien Tameze stende la Lazio (Ansa)

Roma, 12 dicembre 2020 - Il Verona espugna l’Olimpico, dove la Lazio in tutta la stagione è riuscita ad ottenere soltanto cinque punti (3 sconfitte, 1 vittoria e 2 pareggi). A decidere la sfida del sabato sera sono le reti di Di Marco e Salcedo. A poco serve la rete di Caicedo che porta momentaneamente in parità la sfida.

Lazio-Hellas Verona 1-2, rivivi il live

Serie A: calendario e risultati

Primo tempo

I primi 45 minuti non regalano particolari emozioni all’Olimpico. Il Verona si chiude bene e concede pochi spazi, la Lazio prova a imporre il suo gioco ma poche volte crea pericolo a Silvestri. Al 13esimo Akpa Akpro ruba il pallone su un disimpegno sbagliato in area del Verona. Immobile ne approfitta ma poi il suo tiro a incrociare finisce fuori. Al 24esimo è Caicedo a sfiorare la rete. L’ecuadoregno servito in area da Immobile calcia schiacciando però il tiro facendo capitolare il pallone al lato. Al 45esimo l’azione che sblocca la gara. Faraoni si incunea in area poi mette al centro per Di Marco che calcia al volo potente trovando la deviazione involontaria di Lazzari. Il Verona si porta sopra e rientra negli spogliatoi nel miglior modo possibile.

Secondo tempo

La Lazio comincia con un altro piglio la seconda frazione. Gli uomini di Inzaghi si riversano davanti e trovano la rete del pareggio al 56esimo. Ad andare a segno è il solito Caicedo, che raccoglie in area un cross di Lazzari poi in girata la mette nell’angolino dove Silvestri non può arrivare. La gioia però dura poco perché al 67esimo Radu combina un pasticcio. Lo scarico all’indietro su Reina è troppo corto, Tameze ne approfitta e salta l’estremo difensore spagnolo riportando avanti il Verona. La Lazio protesta per un intervento di Salcedo su Radu, ma Abisso concedo lo stesso la rete. Nel finale i capitolini provano a riacciuffarla ma Silvestri si supera in due occasioni: prima su un tentativo in area di Fares con un’uscita a valanga, poi su un conclusione di Milinkovic che sembrava destinata in fondo al sacco. Due interventi che salvano il Verona e permettono agli scaligeri di espugnare l’Olimpico.

Tabellino

Lazio (3-5-2): Reina; Parolo, Acerbi (28'pt Hoedt), Radu; Lazzari (36'st Fares), Milinkovic-Savic, Leiva (20'st Escalante), Akpa Akpro (36'st Pereira), Marusic; Immobile, Caicedo (20'st Correa). In panchina: Strakosha, Alia, Luiz Felipe, Anderson, Armini, Cataldi, Moro. Allenatore: Inzaghi. 

Verona (3-4-2-1): Silvestri; Dawidowicz, Lovato, Magnani; Faraoni, Barak, Veloso, Dimarco; Zaccagni (42'st Lazovic), Salcedo (31'st Colley); Tameze (24'st Favilli). In panchina: Berardi, Pandur, Di Carmine, Udogie, Ilic, Ruegg, Gunter, Amione, Danzi. Allenatore: Juric. 

Arbitro: Abisso di Palermo. 

Reti: 45'pt Lazzari (aut.); 11'st Caicedo, 22'st Tameze. Note: serata serena, terreno in buone condizioni. Ammoniti: Akpa Akpro, Caicedo, Reina, Salcedo, Magnani, Marusic, Fares, Colley. Angoli: 5-3. Recupero: 1'; 5'.




Leggi anche - Torino-Udinese 2-3, i friulani vincono un match dalle mille emozioni