Caicedo e Adekanye (Lapresse)
Caicedo e Adekanye (Lapresse)

AURONZO, 21 luglio 2019 – Terzo test stagionale archiviato. La Lazio batte per 5-2 la Triestina al campo Zandegiacomo e fa tre su tre. Inzaghi schiera in campo una squadra molto offensiva sia nella prima che nella seconda frazione. La sblocca Immobile, poi il raddoppio arriva su rigore col solito Correa. La terza rete, l’ultima del primo tempo porta invece la firma di Milinkovic. Nella ripresa Inzaghi cambia, a guidare l’attacco tocca a Felipe Caicedo insieme ad Adekanye. L’ex Liverpool mostra le sue qualità in velocità, l’ecuadoregno invece finalizza segnando una doppietta e confermando il suo stato di forma eccellente. Un buon test anche per vedere all’opera i nuovi, tutti positivi e già integrati.

PAROLO – Al termine della sfida amichevole, ai microfoni dei canali ufficiali della società è intervenuto il centrocampista biancoceleste Marco Parolo: “Abbiamo fatto bene in fase offensiva sia nel primo che nel secondo tempo. Gli attaccanti hanno segnato e questo è importante. Stiamo lavorando bene, la prima settimana di ritiro ci lascia contenti per come ci siamo impegnati. Il livello di competività si è alzato in questa squadra, chi gioca si dovrà sudare il posta da titolare perché chi non gioca spingerà di più per meritarsi una maglia", ha commentato. Poi prosegue: "Tutto fa parte di un percorso di crescita, la vittoria della Coppa Italia ci ha dato la consapevolezza di essere una squadra che quando vuole centrare l’obiettivo non sbaglia. Questa mentalità dobbiamo averla in tutte le partite e in tutti gli allenamenti. Se iniziamo ad avere sempre questa mentalità, ci potremo togliere delle soddisfazioni. Penso sia una delle migliori settimane affrontate insieme. Siamo un gruppo forte, spero che tutti possano rimanere, insieme possiamo crescere”. Chiosa finale sui tifosi: “Come tutti gli anni sono fantastici, si meritano di avere questi incontri. Spero che si divertano, le corse al lago sono belle anche perché ci sono loro con noi. Siamo sempre a disposizione ed è bello essere qui tutti insieme. Da qui si parte per portare la gente allo stadio e riempirlo".