I giocatori della Lazio festeggiano il 6-1 contro lo Spezia (Ansa)
I giocatori della Lazio festeggiano il 6-1 contro lo Spezia (Ansa)

Bergamo, 28 agosto 2021 – Dopo i due anticipi del venerdì, che hanno visto Inter e Udinese mandare al tappeto rispettivamente Verona e Venezia, il sabato di Serie A si apre con due match di alta caratura: in campo Atalanta e Lazio, che tra le mura amiche ricevono Bologna e Spezia. Vittoria agevole per i biancocelesti, che superano la squadra ligure per 6-1, partita più complicata del previsto invece per la formazione bergamasca, che contro i rossoblù non va oltre lo 0-0.

Lazio-Spezia 6-1

Pronti via e lo Spezia sblocca il match dopo 3’: Gyasi fugge sulla sinistra, rientra e calcia trovando la pronta risposta di Reina, sulla ribattuta è liberissimo Verde di battere a rete. La reazione della Lazio è immediata: recupero palla dei biancocelesti sulla trequarti, Pedro imbuca per Immobile che davanti a Zoet lo scavalca con un tocco sotto vincente. Al 15’ è proprio Ciro Immobile a completare la rimonta: sponda di Luis Alberto per il destro potente del 17 biancoceleste, Zoet battuto. Allo scadere del primo tempo la Lazio trova il 3-1: Immobile si presenta sul dischetto dopo che il VAR ravvisa un fallo di Erlic su Pedro, ma si fa ipnotizzare da Zoet; sul corner successivo, è lo stesso Immobile a realizzare di testa su cross di Luis Alberto.

La ripresa inizia con la Lazio ancora in gol: Felipe Anderson si invola in solitaria verso la porta di Zoet e lo fredda con un preciso sinistro a incrociare. Piove sul bagnato in casa Spezia, che al 55’ rimane anche in dieci per l’espulsione di Amian. Al 70’ la Lazio cala il pokerissimo, c’è gloria anche per Hysaj che riceve da Luis Alberto e batte un incolpevole Zoet. A 5’ dalla fine Luis Alberto mette la ciliegina sulla torta con un destro angolato da fuori area: finisce 6-1 all’Olimpico.

Atalanta-Bologna 0-0

Primo tempo divertente, nonostante si chiuda a reti bianche: pericolosissimo il Bologna con Orsolini che calcia alto da posizione favorevole, poi è l’Atalanta a sfiorare il gol del vantaggio con Malinovskyi, Ilicic e Gosens, con il mancino da fuori area dei primi due che sibila il palo alla sinistra di Skorupski e con quello del tedesco che trova invece la pronta risposta del portiere polacco. La ripresa vede ancora l’Atalanta fare la partita, ci prova Gosens dopo un’azione insistita ma il suo sinistro esce di poco alla destra di Skorupski. Nel finale la squadra di Gasperini assedia l’area di rigore rossoblù, faticando però a creare veri e propri pericoli a Skorupski. E così il fortino rossoblù regge fino alla fine: a Bergamo finisce 0-0.