Felipe Caicedo (Ansa)
Felipe Caicedo (Ansa)

Roma, 3 aprile 2021 - Il finale di partita è sempre la zona Caicedo: in una gara lunghissima e piena di polemiche, la Lazio batte lo Spezia per 2-1 ancora grazie all'ecuadoriano, che stavolta al minuto 89 segna su calcio di rigore il gol partita. L'ultima volta che all'Olimpico aveva segnato un gol da 3 punti era stato contro il Crotone, confermando quanto abbia il sangue freddo nei momenti che contano.

Lazio-Spezia 2-1, rivivi la diretta

Serie A live: le partite di oggi 3 aprile

Serie A, risultati e classifica

Primo tempo

Partita a due facce, con poco ritmo e poco spettacolo nel primo tempo, e grande frenesia nella ripresa. Nei primi 45 minuti sono davvero poche le occasioni da una parte e dall'altra, con la Lazio che si rende pericolosa con Joaquin Correa ben lanciato da Immobile ma impreciso nel tiro di piatto, e lo Spezia che va vicino al vantaggio con un colpo di testa di Maggiore su bel cross di Farias che esce di pochissimo a lato della porta di Reina.

Secondo tempo

La partita esplode nella ripresa dove arrivano tutte le migliori occasioni. L'ingresso di Luis Alberto, recuperato in fretta nonostante il problema in allenamento, facilita l'exploit della Lazio, che si sblocca in avvio di secondo tempo con l'assist di Correa per Lazzari che batte Zoet e sblocca il risultato. Ma lo Spezia non naufraga e rimane mentalmente e tecnicamente dentro la partita: il pari arriva al minuto 73 con il cross di Gyasi per Verde che si coordina in rovesciata e segna il gol più bello di giornata. Tutto sembra portare verso il pareggio, ma nel finale l'arbitro concede un discusso rigore per un fallo di mano di Marchizza e dal dischetto Felipe Caicedo è glaciale e segna il gol che vale i tre punti. Il finale di gara diventa molto nervoso tanto che su un fallo di Agudelo arriva la reazione di Lazzari che si prende il cartellino rosso.

Tabellino

Lazio (3-5-2): 25 Reina; 77 Marusic, 33 Acerbi, 26 Radu; 29 Lazzari, 21 Milinkovic (27' st Akpa Akpro), 6 Leiva (32' st Cataldi), 7 Pereira (7 st' Luis Alberto), 19 Lulic (7' st Fares); 11 Correa, 17 Immobile (27' st Caicedo). (1 Strakosha, 71 Alia, 37 Musacchio, 14 Hoedt, 16 Parolo, 18 Escalante, 94 Muriqi). All.: S. Inzaghi. 

Spezia (4-3-3): 1 Zoet; 21 Ferrer, 28 Erlic, 22 Chabot, 20 Bastoni (20' st Marchizza); 25 Maggiore (20' st Agoume), 8 Ricci, 88 Sena (25' st Agudelo); 17 Farias (25' st Verde), 91 Piccoli (25' st Nzola), 11 Gyasi. (94 Provedel, 13 Capradossi, 19 Terzi, 34 Ismajli, 69 Vignali, 26 Pobega, 9 Galabinov,). All.: Italiano. 

Arbitro: Giua di Pisa.

Reti: nel st, 11' Lazzari, 29' Verde, 44' Caicedo (r) Angoli: 4 a 3 per lo Spezia Recupero: 1' e 5'. Espulsi: Lazzari e Correa per somma di ammonizioni Ammoniti: Agudelo, Chabot, Pereira e Correa per gioco scorretto, Inzaghi per proteste.

La Lazio scavalca in classifica la Roma e rimane a 4 punti dalla zona Champions, mentre lo Spezia rimane ancora dentro la corsa per non retrocedere, con 7 punti sulla terzultima, il Cagliari oggi sconfitto a Verona. 

Leggi anche - Il Napoli batte 4-3 il Crotone