Ciro Immobile batte Audero (Ansa)
Ciro Immobile batte Audero (Ansa)

Roma, 18 gennaio 2020 – Undici vittorie consecutive, la Lazio fa di un sol boccone la Sampdoria battendo per 5-1 i blucerchiati all’Olimpico. Tripletta di Immobile, poi anche le reti di Caicedo e Bastos, i biancocelesti non intendono più fermarsi.

Lazio-Sampdoria 5-1, rivivi la diretta

Serie A, la sfide di oggi live

PRIMO TEMPO – Una partita senza storie che la Lazio mette subito in cassaforte nei primi minuti di gara. Ai biancocelesti bastano sette minuti per sbloccare la gara e trovare la rete del vantaggio. Immobile vince il duello fisico in velocità con i difensori della Sampdoria, poi calcia verso la porta difesa da Audero. Il portiere blucerchiato respinge, ma sulla ribattuta Caicedo è il più lesto ad arrivare e a ribadire in rete. Appuntamento con il gol solo rimandato per Immobile, che dieci minuti dopo raddoppia sul rigore causato da un tocco di braccio di Murru. Sampdoria che accusa il colpo e al 20esimo viene punita ancora da Immobile, che raccoglie un lancio di Acerbi presentandosi nuovamente davanti ad Audero. Portiere dribblato e pallone nel sacco, la Lazio micidiale in fase offensiva e completamente padrona del campo. La Sampdoria non riesce mai a creare pericoli se non con un tiro deviato di Caprari dal limite che Strakosha ribatte in corner.

SECONDO TEMPO – La storia non cambia nel secondo tempo. Bastos prende il posto di Radu, diffidato, e pochi minuti dopo, al 54esimo, raccoglie un assist per Leiva depositando per la quarta volta il pallone in rete. Al 65esimo Chiffi viene richiamato dal Var al monitor. Il fallo di mano di Colley è evidente e il direttore di gara dopo qualche secondo di esitazione, decide di assegnare un altro rigore alla Lazio. Immobile è ancora freddo e spiazza Audero siglando la sua tripletta, nonchè il suo 200esimo gol in carriera. Al 70esimo il gol della bandiera di Linetty, bravo a ribadire in rete dopo una respinta di Strakosha sul tiro di Gabbiadini. Secondo gol in due partite per il centrocampista doriano, una soddisfazione amara visto il risultato, che la Lazio amministra e conduce fino al triplice fischio.

Serie A, la classifica

Tabellino

Lazio (3-5-2): Strakosha; Patric, Acerbi (21' st Vavro), Radu (4' st Bastos); Lazzari, Milinkovic-Savic, Leiva, Luis Aberto, Jony; Caicedo (13' st Adekanye), Immobile. In panchina: Proto, Guerrieri, Luiz Felipe, D. Anderson, Parolo, Berisha, Minala, A. Anderson, Correa. Allenatore: Inzaghi.

Sampdoria (4-4-2): Audero; Bereszynski, Colley, Chabot, Murru (18' st Augello); Thorsby, Vieira, Linetty, Jankto (1' st Ekdal); Gabbiadini (26' st Bonazzoli), Caprari. In panchina: Seculin, Falcone, Regini, Rocha, Bertolacci, Leris, Rigoni, Maroni, Quagliarella. Allenatore: Ranieri. 

Arbirto: Chiffi di Padova. 

Reti: 7' pt Caicedo, 17' pt e 20' st (rig.) e 20' pt Immobile, 9' st Bastos, 25' st Linetty. NoteE: giornata piovosa, terreno in buone condizioni. Ammoniti: Vieira, Colley, Adekanye. Espulso al 73° Chabot (rosso diretto per fallo su chiara occasione da gol). Angoli: 6-4. Recupero: 0' pt, 0' st.