ROMA, 16 aprile 2018 – Una reazione importante, dopo una sconfitta difficile da digerire, in un momento cruciale della stagione. Potrebbe sintetizzarsi così la prova della Lazio di Simone Inzaghi nel derby con la Roma andato in scena ieri. Una stracittadina d'alta quota, valida per un posto in Champions. Non è arrivata una vittoria, ma un pareggio con una prestazione importante a scacciare via i fantasmi di Salisburgo e della semifinale di Europa League solo sfiorata. "Questo è un pareggio importante per noi. Forse all’ultimo avremmo meritato anche di vincere il match, ma è andata così e siamo comunque soddisfatti. Eravamo tranquilli, siamo riusciti a lasciarci alle spalle ciò che è accaduto”, ha dichiarato Thomas Strakosha al termine della gara. Importante sicuramente è stato anche l'apporto del pubblico, presente in massa allo stadio: “La vicinanza dei tifosi è stata fondamentale in questo senso. Noi dobbiamo cercare di dare il nostro meglio in ogni partita da qui in poi. Pensiamo a noi stessi, non vogliamo confrontarci con nessuno”. Infine sul colloquio avuto con Inzaghi nello spogliatoio al termine della prima frazione: “Il mister ci ha detto di rimanere concentrati. Ed è quello che abbiamo cercato di fare. Probabilmente nel secondo tempo abbiamo creato qualcosa in più rispetto alla Roma. Non abbiamo mai mollato, c’erano grinta e concentrazione”.

MARUSIC – Soddisfatto anche l'esterno biancoceleste Adam Marusic, che nonostante le condizioni non proprio ottimali, ha messo in campo la solita grinta e carica agonistica, sfiorando anche la rete del vantaggio nel secondo tempo: “Stasera abbiamo giocato per 90 minuti uomo contro uomo. La partita è stata combattuta fino all’ultimo da entrambe le squadre, abbiamo corso molto e ci sono stati tanti duelli. Nell’ultima parte del match abbiamo giocato con un uomo in meno, ma siamo riusciti a creare occasioni, così come hanno fatto loro”. Poi prosegue parlando della corsa Champions: “Credo che lo 0 – 0 sia un risultato giusto. Adesso abbiamo gli stessi punti della Roma in classifica e uno in più rispetto all’Inter. Tutte le partite che mancano alla fine del campionato sono da considerare come delle finali e noi faremo il possibile per raggiungere le prime quattro posizioni”. Chiosa finale sulla reazione avuta dalla squadra dopo Salisburgo: “La prestazione di oggi in ogni caso ci soddisfa, soprattutto perché siamo riusciti a non prendere gol. Non era facile, avevamo giocato giovedì e abbiamo dovuto prepararci per affrontare una squadra di livello come la Roma. Sono orgoglioso di far parte di questa squadra e voglio ringraziare tutti i tifosi che stasera erano alla stadio a darci il loro supporto".