I giocatori della Lazio
I giocatori della Lazio

Roma, 24 agosto 2020 - Una giornata intensa che di fatto dà il via ufficialmente alla nuova stagione. Dopo tre giorni di allenamenti a Formello, la Lazio di Simone Inzaghi è volata alla volta di Auronzo di Cadore, sede del ritiro estivo per il 13esimo anno consecutivo. I biancocelesti sono arrivati al terminal 5 di Fiumicino nel pomeriggio, dopo aver seguito scrupolosamente le misure di controllo si sono imbarcati sul volo charter che li dirigerà fino a Venezia, prima scalo verso la cittadina all’ombra delle Tre Cime di Lavaredo, dove la Lazio soggiornerà fino al 4 settembre. Squadra quasi al completo, in partenza anche il nuovo acquisto Escalante, ancora mai in campo insieme ai compagni. Fra gli assenti Patric e Adekanye, ancora non al meglio, Lulic e Correa, quest'ultimo tornato a Roma dopo l’inconveniente in Grecia. Potrebbe raggiungere i compagni successivamente, nel caso in cui non dovesse sottostare a un periodo di quarantena di 14 giorni. La squadra raggiungerà Auronzo in serata.

LA SEDUTA - Nella mattinata comunque i biancocelesti non hanno perso tempo. Inzaghi ha richiamato i suoi in campo alle ore 9. Per tutti è la giornata del test di Gacon, esame incrementale ad esaurimento per valutare le capacità fisiche di ogni atleta, semplice da effettuare ma temuto da tutti. La squadra è stata divisa in tre gruppi: Immobile, Badelj, Radu, Parolo, Marusic e Milinkovic nel primo, Bastos, Vavro, Caicedo, Luis Alberto, Jony, Lazzari nel secondo, Falbo, Andrè Anderson, Djavan Anderson, Kiyine, Raul Moro, Armini e Lukaku nel terzo. Ad ottenere il punteggio migliore è il solito Lazzari, instancabile corridore. Ottimi risultati anche per Djavan Anderson e Falbo, subito alle spalle dell'ex Spal e di Immobile e Parolo, i migliori del primo gruppo. Notizie positive arrivano da Francesco Acerbi, che si è rivisto in campo dopo aver saltato le prime tre sedute di allenamento a Formello. Per lui solo un lavoro differenziato, ma presto potrà aggregarsi nuovamente al gruppo, così come Leiva, che già da due giorni si allenava insieme al preparatore atletico Fonte per farsi trovare pronto ad Auronzo.