Reina torna a parlare
Reina torna a parlare

Roma, 2 settembre 2021 - Pepe Reina lo scorso anno è diventato portiere titolare della Lazio e anche quest'anno nelle prime due giornate è stato preferito a Strakosha. Sarri lo conosce dai tempi di Napoli e si fida della sua abilità con i piedi oltre che della grande leadership di cui dispone. Oggi il portiere ha parlato ai media spagnoli rilasciando un'intervista sulla stagione della Lazio e di ambizioni personali.

Parla Reina

Apre il discorso sulla nuova era Sarri in biancoceleste. "Con Sarri, una Lazio completamente diversa. Dobbiamo adattarci e siamo un po' indietro in questo senso. Vogliamo assimilare le idee dell'allenatore il prima possibile. Dobbiamo difendere meglio dell'anno scorso e non subire quei 55 gol. È l'obiettivo numero uno. Sarri fa pressione e cerca di avere il controllo del territorio e il pallone quando possibile" ha detto il portiere spagnolo, che quest'anno punta a raggiungere le 1000 presenze in carriera e a superare Casillas nella classifica die portieri con più presenze nelle coppe europee, cosa che potrà fare in Europa League. "Non ho tante partite di Champions League come Iker. Ho giocato in quattro delle cinque squadre con più Champions, sono orgoglioso, ma se me lo chiedi cambierei tutto questo per aver vinto una Champions League. Senza dubbio è quello che mi è mancato, una delusione da quando abbiamo perso la finale con il Liverpool nel 2007" ha aggiunto.

Futuro

Classe 1982, ormai 39enne, Reina deve pensare anche al futuro, che potrebbe essere in panchina. "Dopo il ritiro voglio fare l'allenatore. Mi preparerò per questo e cercherò di fare le cose bene ed essere uno dei migliori. Sono stato fortunato ad avere buoni insegnanti e penso di poter aiutare in questo aspetto. Dovrò provare. Ogni volta penso più da allenatore che da giocatore. Sono appassionato di tattica. Sono sempre più curioso di sapere perché si fanno le cose; decifrare una partita; cercando di mantenere i dettagli su cui si sta lavorando durante la settimana; sapere e poter trasferire in campo ciò che l'allenatore vuole e quindi essere di maggiore aiuto" ha concluso Reina.

Leggi anche - Giroud positivo al covid