Simone Inzaghi
Simone Inzaghi
ROMA, 10 gennaio 2019 – Ecco anche le prime prove tattiche anti-Novara. La Lazio è scesa in campo nella tarda mattinata in quel di Formello per preparare la sfida di Coppa Italia contro la formazione lombarda. Inzaghi ha ancora diversi dubbi di formazione che verranno sciolti solamente nella rifinitura di domani. Non saranno sicuramente della gara Lulic e Patric, assenti per il terzo giorno consecutivo a causa di un attacco influenzale che li ha colpiti. Entrambi torneranno a disposizione per la sfida col Napoli. Per il resto il tecnico biancoceleste può lavorare con l'intero gruppo a disposizione. In difesa Luiz Felipe potrebbe essere provato come centrale, con Acerbi pronto a spostarsi sul centro-sinistra. Si contendono una maglia invece Wallace e Caceres, visto che Bastos si è fermato durante il riscaldamento e Radu rimarrà a riposo. Marusic sarà l'esterno destro, vista la squalifica di due turni in campionato, mentre a sinistra possibile chance per Lukaku dal primo minuto. Luis Alberto è pronto a scalare nuovamente sulla linea dei centrocampisti mentre davanti Immobile e Correa dovrebbe comporre il duo d'attacco titolare.

L'EVENTO – La Lazio per il sociale. Dopo i vari incontri nelle scuole di Roma, una rappresentanza di calciatori biancocelesti si è recata quest'oggi in visita all' ospedale Bambino Gesù, regalando un sorriso ai piccoli pazienti ricoverati. Un'emozione grande per tutti i presenti, ma anche per gli stessi giocatori che al termine dell'evento hanno commentato: “Sono stati momenti davvero emozionanti. Vederli sorridere al nostro arrivo è stato bello. I bambini hanno una forza impressionante e riescono a trasmetterla anche ai lori genitori. Spero che tutti riescano a guarire presto", le parole di Silvio Proto, al quale hanno fatto eco quelle di  Marco Parolo e Thomas Strakosha: “Un piacere venire qui per regalare un sorriso a questi bambini. Ci hanno trasmesso gioia ed energia e ci hanno insegnato che nella vita sono altre le cose importanti, come la nostra salute e quella dei nostri cari”. Solidarietà e vicinanza ai più sfortunati, è questo il calcio che vorremmo raccontare tutti i giorni.

VALERIO DE BENEDETTI