Milinkovic-Savic contro il cagliaritano Mattiello (Ansa)
Milinkovic-Savic contro il cagliaritano Mattiello (Ansa)

Roma, 24 luglio 2020 - La Lazio fa festa. Con la vittoria in rimonta contro il Cagliari all’Olimpico, i biancocelesti hanno ottenuto la matematica certezza del quarto posto, accorciando le distanze anche su Atalanta (+2) e Inter (+1). Il quarto posto però, potrebbe non bastare nel caso in cui il Napoli vincesse la Champions League e la Roma al tempo stesso l’Europa League. Un’ipotesi difficilmente verificabile, ma che obbliga comunque i capitolini nelle ultime tre giornate a dare il massimo, per provare a chiudere in una posizione migliore. Ma la Lazio sta già mettendo i tasselli in vista del ritorno nella massima competizione europea, dove i biancocelesti mancano dal 2007, da ben 13 anni. Oltre agli innesti chiesti a gran voce da Inzaghi, e che arriveranno sicuramente nel mercato estivo, il club dovrà confermare i suoi top player. Da Luis Alberto, per il quale a breve verrà ufficializzato il rinnovo, passando per Milinkovic-Savic, che ieri ha rilasciato nel post-gara importanti dichiarazioni sul suo futuro: “Se giocherò la Champions con la Lazio? L’obiettivo è sempre quello dal primo giorno, lo abbiamo raggiunto finalmente in questa stagione. Futuro? Io sto bene qui, ho la testa qui, un contratto per tanti anni e quindi...sto qua. Al resto ci penserà l’agente”, ha dichiarato a Sky. Parole che tranquillizzano società e tifosi, ma che soprattutto fanno ben sperare su una permanenza del serbo. Solo un’offerta da capogiro superiore ai 100 milioni potrebbe far riflettere Lotito, che in caso contrario si terrà stretto il suo gioiello. E in un mercato che potrebbe essere più “povero” del previsto, le possibilità aumentano a dismisura.

Milinkovic ha poi proseguito parlando anche della partita e analizzando così la gara: ”Le ha prese tutte Cragno, menomale che la mia e quella di Ciro (Immobile ndr) non le ha parate. Questa vittoria ci dà tutto, a fine primo tempo siamo entrati nello spogliatoio e ci siamo detti ‘dai possiamo farcela, facciamolo vedere a tutti’. Abbiamo dimostrato chi siamo e cosa possiamo fare, nonostante il post covid sia stato molto complicato. Adesso avanti così fino alla fine. In ogni partita abbiamo trovato i portieri fenomeni ultimamente, ma noi abbiamo sempre dato tutto. Stasera ci ha aiutato qualcuno dal cielo, ma adesso dobbiamo dare il massimo fino all'ultima giornata. Ricordo che quando arrivai qui a Roma c'era grande entusiasmo per i preliminari di Champions. Quest'anno dobbiamo prepararci bene e giocarcela. Marusic? Ci aiuta tanto, anche oggi quando è entrato. Spero che ci aiuterà anche il prossimo anno".