Sergej Milinkovic-Savic
Sergej Milinkovic-Savic

Roma, 2 maggio 2020 – La Lazio blinda i suoi pezzi pregiati. In cantiere non ci sono solo i rinnovi di Lulic, Parolo e Cataldi, in scadenza, ma sicuri di proseguire in biancoceleste. Sul tavolo ci sono anche quelli di Luis Alberto e Milinkovic-Savic. Del primo si è ampiamente parlato, l’accordo è stato raggiunto da tempo, con lo spagnolo che raddoppierà il suo ingaggio e firmerà fino al 2025. Il secondo invece, potrebbe essere un rinnovo inaspettato. Più un premio, forse un’ulteriore sicurezza. In un mercato che rischia fortemente di essere ridimensionato, senza spese folli, preservare i propri talenti resta l’opzione più conveniente. E allora ecco che la società sarebbe pronta a un nuovo sforzo. Milinkovic ha rinnovato la scorsa stagione fino al 2024, si potrebbe allungare la durata di un altro anno, concedendo al serbo anche un ritocco dell’ingaggio. Al momento guadagna 3 milioni di euro, il suo diventerà però un ingaggio da top player. È questo il modo migliore per respingere le avances dei top club europei. Per lui infatti c’è la fila da diversi anni. Dal Psg alla Juventus, passando per il Chelsea, la lista è davvero lunga. Ma la Lazio ha fatto scuola in questo senso, lasciando alla porta chi avrebbe voluto comprare i suoi gioielli a prezzi stracciati. Lo farà anche stavolta, in questa stagione ancor di più.

BERISHA – Chi invece nella Capitale potrebbe non tornare, è Valon Berisha. Il kosovaro è finito a gennaio in prestito al Fortuna Dusseldorf, in Germania. Il suo futuro è ancora da decidere, ma non sarà a Roma, dove si è già giocato tutte le sue carte. In un’intervista rilasciata al portale albanese Supersport, Berisha ha dichiarato: "Alla Lazio non ero in forma ed è stato un anno difficile, non sono riuscito a giocare molto a causa degli infortuni. Ora li ho superati. Con i biancocelesti ho un contratto per altre tre stagioni, vediamo cosa deciderò in futuro. A luglio tornerò a Roma, voglio diventare un giocatore importante. Mi trovo bene nel campionato tedesco, ma anche in Italia posso giocare senza problemi". Poi conclude: “Abbiamo buone possibilità di rimanere in Bundesliga. Siamo forti. Quando ricominceremo, dobbiamo dare subito il massimo. Ci aspettano nove finali, serve prepararsi al meglio. Giocare senza pubblico poi, sarà dura. I nostri tifosi ci spingono sempre in modo fantastico. La Lazio? Ora sto bene qui, la squadra ha la giusta mentalità e il potenziale giusto. La Bundesliga è attraente”.