25 apr 2022

Lazio-Milan, Pioli: "I ragazzi sono dei leoni". Sarri: "Pagata una settimana difficile"

Le reazioni del posticipo serale

matteo airoldi
Sport
Pioli (ANSA)
Pioli (ANSA)

Roma, 24 aprile 2022 – Il Milan sbanca l’Olimpico battendo la Lazio all’ultimo respiro grazie al gol di Tonali che vale il definitivo 2-1 rossonero ma soprattutto ribalta l’iniziale vantaggio di Ciro Immobile dopo l’altra rete milanista, siglata a inizio ripresa da Giroud. Un successo che tiene vive le speranze scudetto dei rossoneri – i quali si sono riportati in testa in attesa del recupero tra Bologna e Inter – e che è stato legittimato dalla grande crescita nella ripresa degli uomini di Stefano Pioli, il quale si è complimentato con la sua squadra a fine gara ai microfoni di Dazn: "E’ giusto essere felici e soddisfatti per questa partita e per i nostri tifosi che ancora una volta hanno dimostrato di essere fantastici. E poi sono ovviamente felice anche per i miei giocatori che sono dei leoni. Se fossi al posto loro sarei arrabbiato perché gli viene dato troppo poco credito e invece da due anni stanno dimostrando di essere forti e con una grandissima mentalità". Sulla gara di oggi: "Stranamente l’abbiamo impattata male e abbiamo subito subito un gol brutto per come lavoriamo, ma ancora una volta abbiamo dimostrato grande capacità di stare in partita e di ricompattarci per provare a rimetterla a posto. La Lazio è una squadra forte e ben allenata". Un pensiero sulla lotta scudetto: "Abbiamo fatto un passo avanti importante. Sappiamo che il calendario può metterci in difficoltà ma proveremo a pensare partita dopo partita e a fare bene. Ho detto alla squadra che dovremo cercare di vincerle tutte e arrivare a 86 punti per poi fare i conti. Il campionato è molto difficile per tutte le squadre, basti pensare a cosa è successo al Napoli a Empoli oggi. Pensiamo soltanto a noi stessi e alle prossime gare".
 

Le parole di Sarri



C’è forte rammarico, invece, sul fronte laziale e nelle parole di mister Maurizio Sarri che ha comunque speso parole di elogio per quanto espresso dalla Lazio soprattutto nella metà di gara iniziale: “Abbiamo fatto un ottimo primo tempo. Nella ripresa abbiamo invece pagato una settimana travagliata nella quale abbiamo avuto otto giocatori con la febbre. Era difficile prevedere che avessero 90 minuti nelle gambe. Abbiamo fatto un errore in un momento in cui non stavamo soffrendo e quindi ci dispiace e anche se fa piacere che la squadra abbia dato tutto ciò che aveva”. Sarri ha poi parlato anche di futuro: “I piani della società li dovete chiedere alla società. Io qui sto bene e il mio lavoro procede bene”.

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?