Lazio, il diesse Tare accanto al presidente Lotito (Ansa)
Lazio, il diesse Tare accanto al presidente Lotito (Ansa)

Roma, 2 agosto 2020 - La Lazio chiude al quarto posto dopo la sconfitta con il Napoli al San Paolo per 3-1. I biancocelesti possono comunque essere soddisfatti per una stagione che rimane straordinaria. Il ritorno in Champions League dopo 13 anni, la conquista della Supercoppa Italiana, la Scarpa d’Oro e la classifica cannonieri vinta da Ciro Immobile, senza contare il trionfo dell’assist-man Luis Alberto. Insomma, numeri senza dubbio importanti che ora sarà difficile migliorare. Per farlo servirà una mano dal mercato. Il tour de force finale ha mostrato i limiti di una rosa troppo corta. La prossima stagione sarà così fino alla fine. Non ci sarà tempo per fermarsi quasi mai. Inzaghi lo ha dichiarato più volte. Questa squadra è difficilmente migliorabile, ma può e deve essere migliorata con interventi mirati.

LA CONFERMA DEI BIG - Il primo tassello sarà quello di confermare i big della rosa, quelli che in questa stagione hanno fatto la differenza. La società a breve annuncerà il rinnovo di Luis Alberto fino al 2025, Immobile verrà premiato con un prolungamento e adeguamento vista la splendida stagione. Milinkovic ha lanciato segnali incoraggianti circa una sua permanenza a Roma per giocare la Champions con la Lazio. Il contratto del serbo è ancora lungo, nessuno sembra al momento disposto a spendere le cifre chieste da Lotito.

I RINFORZI - Si dovrà intervenire in ogni reparto. A partire dalla porta, dove almeno un estremo difensore arriverà. Strakosha ha mostrato alcuni limiti, ma non sembra in discussione il suo futuro, piuttosto quello di chi è alla sue spalle: Proto e Guerrieri. In difesa Bastos ha le valigie in mano, arriverà almeno un grande colpo. Kumbulla era il primo obiettivo, ora è in stand-by vista la richiesta troppo alta del Verona. Sarr può essere l’alternativa a zero. A centrocampo è arrivato Escalante, ma Inzaghi ha chiesto almeno un altro rinforzo. Il sogno si chiama David Silva. Sulla fascia sinistra si cerca un titolare, che possa alternarsi con Lulic. Per il momento circola il nome di Fares, ma la Lazio potrebbe sorprendere tutti con un profilo a sorpresa. Davanti infine, l’attaccante indiziato a completare il reparto sembra essere Borja Mayoral del Real Madrid, ormai a un passo dalla chiusura. In caso di partenza di Caicedo, cercato in Turchia, la Lazio potrebbe però tentare un altro colpo. “Stiamo valutando a uno o due acquisti in attacco”, aveva annunciato Tare qualche giorno fa.