Stefan Radu
Stefan Radu

Roma, 17 giugno 2019 - La domanda che si pongono in molti in casa Lazio, è quale sarà il futuro di Stefan Radu. Una storia, quella fra il difensore romeno e il club biancoceleste, iniziata a gennaio 2008 e proseguita senza sosta fino ad oggi. Il rinnovo di contratto firmato pochi mesi fa fino al 2021, sembrava poter essere l’auspicio per chiudere la carriera a Roma. I piani societari però, sembrano essere cambiati. La Lazio ha cominciato un’opera di ringiovanimento della rosa e sarebbe pronta a lasciar partire Radu senza opporre resistenza, nel caso arrivassero offerte per lui. Una decisione questa che ha lasciato di stucco in molti, compreso lo stesso giocatore che non pensava di dover passare un’estate così movimentata. C’è la possibilità che nel caso non trovi squadra entro la partenza per Auronzo (la seconda settimana di luglio), possa rimanere addirittura fuori dai convocati. Una situazione alquanto bizzarra per uno come lui, che ha sempre manifestato il suo amore verso il club che lo ha portato in Italia giovanissimo. Per lui c’è stato un sondaggio del Napoli, il Parma invece sarebbe pronto ad avanzare un’offerta. C’è infine la Dinamo Bucarest, la sua prima squadra, che lo accoglierebbe a braccia aperte. Al momento questa sembra essere l’ipotesi più plausibile visto che difficilmente Radu deciderà di indossare un’altra maglia nel Bel Paese.

PERUZZI – Per un giocatore che non resterà, c’è un dirigente che rinnova il suo contratto. Si tratta del club manager Angelo Peruzzi, il quale ha prolungato fino al 2022. L’annuncio è arrivato direttamente dal sito ufficiale della società biancoceleste. Peruzzi fino ad oggi aveva deciso di rinnovare di anno in anno, stavolta invece ha firmato un triennale. Una scelta inaspettata che non può che far piacere a Lotito. L’asset societario è più solido che mai.