Senad Lulic
Senad Lulic

ROMA, 5 settembre 2020 - Un’assenza pesante, che si è fatta sentire e che inciderà sul futuro. Senad Lulic manca a tutti, ai compagni, che sui social e nelle varie interviste gli hanno sempre dimostrato il proprio affetto, ma anche a Simone Inzaghi, che ancora non riesce a trovare un proprietario per quella fascia sinistra lasciata sgombra dall’esterno bosniaco. Il suo infortunio alla caviglia avrebbe dovuto tenerlo fuori per un mese, poi i tempi si sono allungati, c’è voluta una seconda operazione che non ha però risolto la situazione. Le voci si sono rincorse, i mesi sono passati. Lulic sta girando mezza Italia ed Europa per provare a ritornare in campo. Oggi, dopo tanta attesa, il bosniaco ha rotto il silenzio affidandosi ad un post sui social: “Da giorni leggo notizie infondate sulle mie condizioni fisiche e sul mio futuro. L'unica verità è che mi sto curando in Italia con i migliori specialisti per risolvere il problema. Mi sto impegnando giorno dopo giorno per tornare in campo il prima possibile”. Nei giorni scorsi infatti, alcuni si erano sbilanciati parlando addirittura di carriera finita. Non sarà così, almeno per il momento. Lulic vuole tornare a indossare la maglia biancoceleste, vuole salutare come si deve chi lo ha amato e accompagnato nella sua crescita professionale.

MERCATO - Arrivano notizie positive in casa Lazio per quanto riguarda la trattativa che dovrebbe portare Vedat Muriqi a Roma. Nelle ultime ore infatti il Fenerbahce ha definito l’affare Zahavi, attaccante ex Palermo. Dopo Enner Valencia, ecco l’altro rinforzo in attacco, sostituto naturale del kosovaro. Un indizio in più sull’imminente chiusura della trattativa, che va avanti da ormai oltre un mese. La distanza ormai è minima rispetto alla cifra di 20 milioni richiesta dai turchi. Presto Muriqi vestirà biancoceleste. Saluta invece Bastos, che approda all’Istanbul Basaksehir per 2 milioni più bonus.