Luiz Felipe
Luiz Felipe

ROMA, 8 maggio 2020 – Nelle scorse settimane si è parlato molto dell’interesse del Barcellona per Luiz Felipe. I quotidiani spagnoli in diverse occasioni hanno rilanciato la notizia in prima pagina, destando qualche preoccupazione anche nell’ambiente Lazio. A fare chiarezza però, ci ha pensato proprio il difensore biancoceleste, in un’intervista concessa in patria, con la quale ha rotto il silenzio: “Certo, mi eccita perché significa che il lavoro è stato svolto bene e che i grandi club stanno guardando, ma chiunque mi conosca sa che sono un ragazzo calmo e non mi lascio prendere da facili entusiasmi. Devo rimanere concentrato e pensare a fare il meglio per la Lazio, che mi ha dato fiducia e mi ha dato tutto il supporto sin dal mio primo giorno".

Lazio e Nazionale. Sono questi i primi obiettivi del brasiliano: "Tra i miei principali obiettivi ci sono quelli di rappresentare il Brasile alle Olimpiadi e ai Mondiali. E farò del mio meglio per conquistarli, con grande rispetto per tutti i miei compagni. Per quanto riguarda il rinvio delle Olimpiadi, penso che sia stata la decisione migliore. Non sono un esperto in materia e penso di non essere nemmeno competente a valutare la situazione, ma credo che non ci sia stata più una decisione giusta”, poi sul dietrofront poco prima di indossare la maglia dell’Italia, Luiz Felipe spiega: “Sono molto grato per tutto ciò che l'Italia mi ha dato. Fin dai miei primi giorni qui, sono stato trattato molto bene da tutti e ho solo complimenti da fare a tutti. Ho un grande affetto per l'Italia, il club, la gente, tutto, ma ho deciso di difendere la squadra brasiliana perché è il mio paese". Il classe 1997 sembra avere le idee chiare, così come la Lazio, pronta a rinnovare il suo contratto per ora in scadenza nel 2022. Adeguamento e prolungamento sono già in agenda, Tare e Lotito affronteranno la questione non appena la situazione tornerà alla normalità.