Bonucci realizza due rigori e stende la Lazio (Ansa)
Bonucci realizza due rigori e stende la Lazio (Ansa)

Roma, 20 novembre 2021 - Colpo della Juventus all'Olimpico. La doppietta di rigore di Bonucci stende una Lazio mai in grado di impensierire Szczesny. Finisce 2-0 in favore della Vecchia Signora, trascinata dal proprio capitano, a segno dagli 11 metri al 23' e all'83'. Per i bianconeri una vittoria dal peso specifico notevole, dato che consente loro di riprendere proprio i biancocelesti in classifica a quota 21 punti e di restare in scia all'Atalanta, quarta. 

Serie A, calendario - Classifica

Lazio-Juventus 0-2, rivivi qui la diretta

La sblocca Bonucci

Immobile e Dybala sono i grandi assenti della sfida. Sarri lancia il tridente leggero Felipe Anderson-Pedro-Zaccagni, mentre Allegri schiera la coppia offensiva Chiesa-Morata. Nei bianconeri la sorpresa è Pellegrini sull'out mancino al posto di Alex Sandro. Dai blocchi di partenza stacca meglio la Lazio, anche se di veri pericoli Szczesny non ne corre. Dopo poco più di 10 minuti la Juventus già deve rinunciare a Danilo, fuori per infortunio: dentro Kulusevski e cambio di modulo per i viaggianti, che passano dal 3-5-2 al 4-3-3. Il ko del brasiliano cambia l'inerzia della gara, spezzando il ritmo dei biancocelesti. E la Signora ne approfitta, quando al 20' Cataldi commette fallo su Morata nella propria area di rigore. Fallo che Di Bello sanziona dopo aver rivisto l'episodio al Var. Sul dischetto si presenta Bonucci, che non spreca la chance. 

Juve più pericolosa

Incassata la rete dello 0-1, la squadra capitolina prova a reagire riprendendo in mano il possesso palla. I padroni di casa spingono, ma quando Madama riesce a superare la pressione avversaria sfiora il raddoppio. Al 40' si sviluppa bene la manovra piemontese che libera Cuadrado al cross, il colombiano trova bene Morata, che in acrobazia non inquadra la porta da posizione favorevolissima. Prima dell'intervallo c'è tempo ancora per un'altra situazione interessante per gli uomini di Allegri, con il tiro di Kulusevski salvato da Luiz Felipe. 

La Lazio non sfonda

Pronti via nella ripresa ed è ancora Kulusevski in evidenza, con lo svedese a impegnare Reina di destro. Sugli sviluppi dell'angolo seguente è clamorosa la palla gol che capita sui piedi di Bonucci, che ad un passo dell'estremo difensore spagnolo non riesce a centrare il bersaglio grosso. La partita scivola via senza sussulti particolari. Milinkovic-Savic e soci vogliono affrettare le operazioni, ma rischiano di innervosirsi di fronte al muro eretto dalla Juventus, che non concede spazi. Poche le idee per la Lazio, che si gioca le carte Muriqi e Raul Moro, mentre sull'altro fronte fa il proprio ingresso in campo Kean. Il kosovaro ha una bella chance al 79' sulla sponda di Milinkovic-Savic, ma non ci arriva. 

Ancora Bonucci

I locali tentano il tutto per tutto e inevitabilmente si sbilanciano. E da una ripartenza di Chiesa nasce il fallo da rigore di Reina sull'ex Fiorentina, travolto dallo spagnolo, che nel frattempo era uscito dalla propria porta. Dagli 11 metri Bonucci si conferma di ghiaccio, spiazzando l'estremo difensore biancoceleste e siglando la doppietta. E' il colpo del definitivo ko per la Lazio, che va vicina a incassare pure la terza rete all'88' in occasione dell'azione personale di Kean, sul quale è attento Reina. Poco male per la Juventus, che conquista un successo chiave. 

Tabellino

Lazio (4-3-3): Reina; Lazzari, Luiz Felipe, Acerbi, Hysaj; Milinkovic-Savic, Cataldi (39' st Basic), Luis Alberto; Felipe Anderson (30' st Moro), Pedro, Zaccagni (20' st Muriqi). (1 Strakosha, 31 Adamonis, 4 Patric, 19 Vavro, 26 Radu, 5 Escalante, 6 Leiva, 8 Akpa Akpro, 18 Romero). All.: Sarri. 

Juventus (3-5-2): Szczesny; Danilo (15' pt Kulusevski), Bonucci, De Ligt; Cuadrado, McKennie, Locatelli (44' st Bentancur), Rabiot, Pellegrini; Morata (30' st Kean), Chiesa. (23 Pinsoglio, 36 Perin, 12 Alex Sandro, 24 Rugani, 5 Arthur, 21 Kaio Jorge). All.: Allegri. 

Arbitro: Di Bello di Brindisi. 

Reti: nel pt 23' Bonucci (rigore); nel st 38' Bonucci (rigore). Angoli: 3-2 per la Lazio. Recupero: 4' e 4'. Ammoniti: Cuadrado, Hysaj e Reina per gioco falloso, Luis Alberto, Allegri e Sarri per proteste. Spettatori: 45.000. 
 

Leggi anche: Aguero verso il ritiro