Inzaghi a Formello
Inzaghi a Formello

ROMA, 17 maggio 2020 – Un controllo a sorpresa, da parte della Procura Federale. Ieri pomeriggio a Formello, alcuni incaricati, si sono recati presso il centro sportivo biancoceleste per verificare che tutto procedesse secondo le regole imposte dal Governo per la ripresa delle sedute. La Lazio infatti, era finita sotto accusa per una presunta partitella d’allenamento effettuata in settimana e non ancora consentita dalle norme. Formello è il primo centro sportivo finito sotto l’occhio della Procura, che al termine della visita ha redatto un rapporto. Nessuna irregolarità riscontrata, anzi, il club avrebbe addirittura ricevuto i complimenti per l’organizzazione e per le misure adottate. D’altronde Formello rappresenta una delle migliori realtà del nostro calcio, fra i centri più attrezzati e all’avanguardia, soprattutto dopo i lavori di ristrutturazione fortemente voluti dal presidente Lotito. Non dovrebbe quindi essere aperto nessun fascicolo nei confronti della Lazio, in caso contrario invece, sarebbe contestata al club la violazione dell’articolo 1 sulla lealtà sportiva.

RITIRO – Come anticipato, Formello è talmente attrezzato da poter permettere alla squadra di prendere parte al ritiro specificato nel protocollo per la ripresa degli allenamenti collettivi. Le stanze a disposizione sono tante, la Lazio non avrebbe problemi ad attuare il codice. Il club però, non è d’accordo, come d’altronde tutti i club di Serie A, con questa misura. Per questo, nel caso in cui il protocollo non fosse modificato, i biancocelesti continueranno a svolgere gli allenamenti individuali come fatto finora. In giornata ci sarà una riunione fra i rappresentanti della Serie A per capire eventuali sviluppi. Per ora si prosegue con i turni di lavoro differenziati, e i quattro gruppi da 4/6 giocatori.